Vicenza, indagato l'ex capo della Mobile Michele Marchese

Aperta un'inchiesta a carico dell'ex vicequestore Michele Marchese: nel cassetto della sua scrivania è stata rinvenuta una pistola calibro 765 non denunciata. "Non ne so nulla, la mia stanza era aperta"

Una pistola calibro 765 non denunciata è stata rinvenuta nel cassetto della scrivania dell'ex capo della squadra mobile di Vicenza, Michele Marchese. La procura ha aperto un'inchiesta ed indagato il dirigente, attualmente in aspettativa per problemi personali. Rinvenuto anche un caricatore con 8 proiettili.

La notizia shock si è diffusa in breve tempo nel pomeriggio di giovedì e, raggiunto telefonicamente, Marchese ha dichiarato di aver respinto le accuse, sostenendo che la porta del suo ex ufficio in viale Mazzini era aperta e che chiunque avrebbe potuto lasciare l'arma illegale. 

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

Torna su
VicenzaToday è in caricamento