Vicenza, il Comune: "Via luce, acqua e gas a chi non ha un contratto"

Dopo le polemiche, il Comune passa al contrattacco: inviate da Aim le lettere che "invitano" le famiglie sinti e rom di viale Cricoli a sottoscrivere i contratti. Chi non ci sta resta senza luce e gas

L'ultimo episodio della saga delle bollette per il campo nomadi di viale Cricoli vede come protagonista l'amministrazione comunale  che minaccia di tagliare l'erogazione delle forniture di acqua, luce e gas a chi non stipula un contratto. 

Le lettere di richiamo sarebbero già state rifiutate dalla comunità sinti che vive in viale Cricoli: una mossa già prevista, visto l'andamento dell'incontro avvenuto una settima fa, tra amministrazione e rappresentanti della famiglie che non avevano trovato un accordo. 

Come riportato da il Giornale di Vicenza, l'Authority per l'energia non ha ancora risposto alle richieste di Aim che aveva girato all'ente competente la volontà dei nomadi di un contratto forfettario per le utenze del campo. Il tempo dell'attesa, tuttavia, sarebbe finito, e da palazzo Trissino fanno sapere che "a giorni il Comune interromperà l´erogazione temporaneamente assicurata pe le operazioni di trasloco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il grande freddo,13 gennaio 1985 iniziò la nevicata del secolo

  • Schianto tra auto e furgoncino all'ora di pranzo: conducente incastrato tra le lamiere

  • Grande fratello vip, doccia "bollente" per l'ex Madre natura ma lei pensa solo a Fede

  • Grande fratello vip, frasi sessiste contro Paola Di Benedetto: squalificato Salvo Veneziano

  • Infarto al miocardio: come riconoscerlo

  • Liceo scientifico migliore d'Italia: il Quadri

Torna su
VicenzaToday è in caricamento