Vicenza, i sinti al contrattacco sulle bollette: "Andremo in Procura"

Dopo la minaccia del Comune di interrompere le forniture al campo nomadi di viale Cricoli, arriva il contrattacco delle famiglie sinti: "Se ci staccano i contatori, denunceremo il Comune per interruzione di pubblico servizio"

Rischia di trasformarsi in una battaglia giudiziaria il caso delle bollette del campo nomadi di viale Cricoli.  

Dopo l'ultimatum del Comune: "O pagate o vi stacchiamo le forniture", arriva la risposta, rilasciata al Giornale di Vicenza, del mediatore culturale Carlo Berini dell´associazione sinti italiani: "Ora basta, se il sindaco di Vicenza fa chiudere le forniture di energia e di acqua nel campo sinti di via Cricoli, ci vediamo direttamente in Procura con una denuncia per interruzione di pubblico servizio e per la mancata ottemperanza di quanto sostiene l´Authority dell´energia. Siamo stanchi di aut aut, la concertazione va bene purché sia concreta e non solo annunciata. Come è accaduto molte volte in questi mesi, senza che abbia mai avuto un seguito serio. Con vari attori che si sono presentati su un palcoscenico che cambiava sempre trama e contenuti».

Dall'inizio della vicenda, ossia dai primi accordi presi prima della messa a nuovo del campo, le famiglie che vi risiedono erano state chiare sul tipo di contratto che avrebbero voluto per i contattori: una tariffa forfettaria che permettesse di tenere bassi i costi. Le case mobili dei sinti, infatti, utilizzano come unica fonte di energia quella elettrica, sia per il riscaldamento (molto oneroso visto il tipo di alloggi) che per la luce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore dopo il lavoro: muore barista 46enne

  • La Putana, storia del dolce tipico vicentino

  • Il grande freddo,13 gennaio 1985 iniziò la nevicata del secolo

  • Schianto tra auto e furgoncino all'ora di pranzo: conducente incastrato tra le lamiere

  • Frontale tra due auto, tre feriti: gravissimo un anziano 

  • L'influenza è arrivata, tantissimi casi nel vicentino. Come prevenirla

Torna su
VicenzaToday è in caricamento