Vicenza, emergenza alloggi: profughi alla Ederle

I richiedenti asilo potrebbero essere ospitati accanto alla caserma Ederle a San Pio X. la proposta a discutere ma intanto prefetto e questore hanno visitato le strutture ad oggi inutilizzate

gli stabii di via corbetta

Tre anni fa i tre edifici ispezionati mercoledì dal questore Gaetano Gampietro e dal prefetto Eugenio Soldà erano destinti ai militari, ora potrebbero accogliere i profughi. 

Gli stabili in questione si trovano in via Corbetta, a San Pio X, a pochi passi dalla caserma Ederle. Attorno alle 10 di mattina  questore, capo della Digos, il prefetto e il suo vice hanno fatto un breve sopralluogo. I tre condomini, circondati dal filo spinato erano un tempo parte della base, utilizzati come alloggi dei soldati. Disabitati da tre anni potrebbero diventare una prima soluzione  alla continua emergenza bitativa dei profughi. L'ispezione non ha ancora dato esiti, lascia qualche dubbio e scatena le polemiche la posizione degli stabili. Come sottolineato dal consigliere comunale Roberto Cattaneo ( FI), "La base è un obbiettivo sensibile".

Trovare un giusto contesto dove ospitare i richiedenti asilo, però, sta diventando sempre più difficile per le autorità costrette alla continua rincorsa di nuovi posti letto. 

Potrebbe interessarti

  • Spiedo, grigliata: che bontà. Scopri le migliori del vicentino

  • Cerchi di rimanere incinta? Il primo passo è l'alimentazione

  • Forno a microonde: i vantaggi e rischi per la salute

  • I sintomi, la diagnosi, la terapia per riconoscere e affrontare l’intolleranza al lattosio

I più letti della settimana

  • Superenalotto, jackpot sfiorato: tripletta di cinque

  • Dove sono gli autovelox? Te lo dice l'app del cellulare

  • Zecca, Medusa, Zanzara, Cimice, Vespa, Calabrone, Vipera: cosa fare in caso di puntura

  • Truffa della "compagnia telefonica": entrano nel telefonino e le svuotano il conto corrente

  • Intervento miracoloso al San Bortolo: bimba di un anno salvata in extemis 

  • Muore al volante e si schianta contro la farmacia

Torna su
VicenzaToday è in caricamento