Vicenza: dopo lo stupro, il militare Usa tenta il suicidio

Uno dei due soldati che hanno picchiato, stuprato e poi abbandonato in un campo una prostituta romena incinta, avrebbe tentato di togliersi la vita e si trova al San Bortolo. La donna resta grave

Avrebbe tentato il suicidio uno dei due militari americani colpevoli della brutale violenza ai danni di una prostituta romena di 24 anni, incinta di 6 mesi. 

Il soldato, riporta Il Giornale di Vicenza, si trova piantonato da due superiori al San Bortolo di Vicenza da mercoledì, ma, come l'altro accusato, non è sottoposto ad alcuna misura cautelare. Il pm Silvia Golin ha rigettato la richiesta del Comando americano, che avrebbe chiesto il trasferimento all'estero o in patria dei due uomini. E' nelle intenzioni del magistrato farli processare in Italia, poichè il reato attribuito loro non è legato al loro status di militari stranieri. 

Nel frattempo restano serie le condizioni della vittima, che rischia di perdere il bambino oppure che nasca prematuro a causa delle due ore di tortura che le sono state inflitte dai suoi aggresori. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave perdita di gpl dal distributore di carburanti: pericolo esplosione

  • Schianto in A4, grave un anziana: miracolati due bimbi di pochi mesi

  • Rubano un'auto e si schiantano, un 14enne alla guida: denunciati due minorenni

  • Operaio trova l'amante nudo a letto, la moglie lo morde: denunciata per violenza domestica

  • Schianto auto-moto sotto al cavalcavia: gravissimo centauro

  • Schianto fra tre auto e un furgone: quattro feriti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento