Vicenza, disastro tribunale: colletta per il toner della stampante

Infiltrazioni, allarmi che suonano in piena note e stampanti e fax senza inchiostro, la vita all'interno del tribunale è sempre più difficile. Giudici e dipendenti fanno una colletta

immagine d'archivio

Ad ogni nuova pioggia il tribunale si allaga ma non è l'unico disagio che comporta rallentamenti nelle attività giudiziarie: manca anche  inchiostro per la stampanti. 

Come riportato da Il Giornale di Vicenza, la rivoluzione digitale del palazzo di giustizia di borgo Berga annunciata dal presidente del tribunale Alberto è ancora lontana da compiersi. Intanto per ricevere o inviare atti giudiziari dal carcere di San pio X serve ancora il fax, ma i soldi per ricaricare la cartuccia con l'inchiostro non ci sono. Per questo alcuni dipendenti e il giudice Furlani hanno esso mano al portafogli la scorsa settimana anticipando i 55 euro necessari per ricominciare ad utilizzare il fax. 

Una spesa impossibile da coprire per la gestione del tribunale e che ha sempre più problemi. Se a Santa Corona nelle vecchie aule il personale deve sopravvivere senza aria condizionata a Borgo Berga  gli allarmi funzionano male tanto da partire in piena notte. 

La situazione è esplosiva, ma e soluzioni tardano ad arrivare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Il cane defeca per strada, anziano raccoglie la cacca e la spalma in faccia a un ragazzino

  • Operaio 34enne trovato morto in fabbrica

  • Schianto semi frontale tra auto: sei feriti, paura per due bimbi piccoli a bordo

  • Addio a Mirko: non ce l'ha fatta il calciatore della Telemar

  • Tir rimane incastrato in una stradina di paese: autista straniero tradito dal gps

Torna su
VicenzaToday è in caricamento