Giardini Salvi, il degrado infinito: «Subito un campus universitario»

Non si fermano le polemiche sullo stato di "discarica a cielo aperto" di uno dei luoghi verdi più prestigiosi di Vicenza, in uno stato di incuria a causa di un cantiere fermo. Otello Dalla Rosa, l'ex candidato sindaco, rilancia una sua proposta presentata durante la campagna elettorale

È da un po' che se ne parla e la questione era arrivata anche in Consiglio Comunale con una interrogazione. Ma la situazione dei Giardini Salvi, a due passi da Corso Palladio, continua a sollevare proteste e indignare i cittadini per lo stato di abbandono anche peggiore, sotto certi versi, del "fratello maledetto", il vicino Campo Marzo. Se quest'ultimo balza agli onori delle cronache  un giorno sì e l'altro anche per le ormai conosciutissime vicende legata al supermarket dello spaccio cittadino, il parco dove scorre la roggia Seriola sta soffrendo di una situazione di degrado più volte segnalata dai vicentini.

La roggia Seriola è stata chiusa, da aprile dello scorso anno, per consentire i lavori di ristrutturazione alla Loggia Valmarana. Il cantiere però è fermo da tempo ed oltre ad un acquitrino paludoso e maleodorante, sul luogo si sono accumulati rifiuti di ogni genere. Sulla questione è intervenuto Otello Dalla Rosa, capogruppo del Partito Democratico ed ex candidato sindaco che rilancia una proposta avanzata proprio in campagna elettorale.

«Nell’area dell’ex Fiera dei Giardini Salvi deve essere attivato un corso di Laurea di Architettura e Design - spiega Dalla Rosa - Vicenza è la città ideale per sviluppare un connubio virtuoso tra produzione industriale, architettura e design. Gli investimenti per sviluppare il progetto possono essere misti, pubblici e privati, e soprattutto l’impostazione deve essere subito di tipo internazionale: l’architettura palladiana si studia in tutto il mondo, a Vicenza la si può toccare con mano. Il progetto può toccare oltre che il complesso dell’Ex Fiera anche la Ex scuola Giusti, creando una sorta di campus e facendo diventare l’università un motore di riqualificazione di tutta l’area oltre che di rivitalizzazione del quartiere fino a Viale Milano». 

Chissà se la proposta verrà accolta dall'amministrazione Rucco la quale, sul problema, ha assicurato che i lavori alla roggia termineranno a breve, come a breve sarà ripulito il fondale e le pompe idrauliche torneranno in funzione per evitare il formarsi di aquitrini stagnanti.

Potrebbe interessarti

  • Spiedo, grigliata: che bontà. Scopri le migliori del vicentino

  • Forno a microonde: i vantaggi e rischi per la salute

  • Il parco è in condizioni pietose: «chiuso per degrado»

  • I sintomi, la diagnosi, la terapia per riconoscere e affrontare l’intolleranza al lattosio

I più letti della settimana

  • Superenalotto, jackpot sfiorato: tripletta di cinque

  • Truffa della "compagnia telefonica": entrano nel telefonino e le svuotano il conto corrente

  • Zecca, Medusa, Zanzara, Cimice, Vespa, Calabrone, Vipera: cosa fare in caso di puntura

  • Dove sono gli autovelox? Te lo dice l'app del cellulare

  • Intervento miracoloso al San Bortolo: bimba di un anno salvata in extemis 

  • Devastante rogo in un'azienda agricola: danni ingenti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento