Vicenza, coltello alla gola della sorella: 52enne salvata in extremis

Un uomo di 51 anni, con problemi di alcolismo, dopo una lite per futili motivi ha aggredito la donna. Tempestivo l'intervento della volante avvertita dalla figlia della signora

Una convivenza sotto il segno della violenza quella tra fratello e sorella, lui 51enne e lei 52enne che venerdì verso le 16:30 poteva trasformarsi in una tragedia.

L'aggressione

I due, conviventi sotto lo stesso tetto da una decina d'anni in zona Ca'Balbi, piazzale Beata Cocchetti, hanno cominciato a litigare per futili motivi. L'ennesima lite nella quale l'abuso di alcol dell'uomo, accolto in casa dalla sorella dopo aver perso il lavoro, ha giocato la sua parte. Dopo le urla e le minacce il 51enne, visibilmente alterato, è infatti passato ai fatti, prendendo per il collo la sorella e puntandole un coltello a serramanico alla gola urlando "Te copo". Fortunatamente la donna era riuscita a chiamare la figlia con il cellulare prima dell'aggressione, buttando il cellulare sul letto.

Il salvataggio

Dal telefonino la ragazza ha capito che le cose si stavano mettendo male per la madre e ha avvertito la volante. I poliziotti sono arrivati nell'appartamento dei due, scongiurando il peggio e trovando l'uomo ancora in escandescenze. Il 51enne è stato denunciato per violenza aggravata e non si esclude che possa essere allontanato da casa della sorella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore dopo il lavoro: muore barista 46enne

  • La Putana, storia del dolce tipico vicentino

  • Papà di due bimbi muore all'età di 42 anni, dolore e rabbia sui social: "Ciao Japo"

  • Frontale tra due auto, tre feriti: gravissimo un anziano 

  • Bollo auto, le novità del 2020: a chi spettano gli sconti

  • Centro massaggi a luci rosse: blitz della GdF

Torna su
VicenzaToday è in caricamento