Fermati in bici di notte sotto alle gallerie della tangenziale: «Volevamo andare a Jesolo»

Incuranti del pericolo due giovanissimi, uno dei quali minorenne, sono stati fermati e multati dalla polizia di Vicenza, alla quale hanno spiegato di non sapere come raggiungere il mare

«Non sapevamo come andare a Jesolo». È questa la "candida" spiegazione che due ragazzi di San Giovanni Lupatoto, in provincia di Verona, hanno dato agli agenti delle volanti che li hanno fermati mentre stavano percorrendo in bici - alle 1 di notte e senza illuminazione - le gallerie della tangenziale sud di Vicenza in direzione Torri di Quartesolo.

I due, uno di origine moldava e l'altro marocchina - forse guidati dal navigatore al cellulare e incuranti del pericolo - si sono avventurati lungo via Annecy dove sono sono stati fermati dai poliziotti e accompagnati verso la prima uscita, in Riviera Berica. Dopo essere stati multati di 137 euro ciascuno (al minorenne la notifica sarà inviata alla madre) per aver percorso una strada interdetta alle bici e aver viaggiato senza illuminazione, i giovani hanno fatto ritorno a casa, si spera percorrendo solo strade più sicure, 

Potrebbe interessarti

  • Il buon giorno inizia con una buona colazione: scopri le top 4 pasticcerie di Vicenza

  • Lo zenzero fa male? I casi in cui è meglio evitarlo

  • Scopri come costruire un barbecue in giardino: è facile e si risparmia

  • Capelli grassi? Scopri perchè e come rimediare

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: operaio muore schiacciato da una trave

  • Superenalotto, la dea bendata premia il Veneto: puntata vincente nel Vicentino

  • Incidente in piscina, la 12enne non ce l'ha fatta

  • Ritrovato da una coppia l'imprenditore scomparso: riconosciuto grazie a Facebook

  • Maltempo in arrivo, scatta l'allerta in Veneto

  • Auto fuori controllo abbatte il cancello di Villa Da Porto Casarotto: ferito il conducente

Torna su
VicenzaToday è in caricamento