Vicenza, odissea campo nomadi: "Non ci andiamo, venga il prefetto"

Ancora ritardi nella fine dei lavori del campo di via Cricoli: al freddo le famiglie sinti, che ora chiedono spiegazioni anche al prefetto, ma il Comune deve finire entro l'anno

"Non abbiamo nessuna intenzione di tornare nal campo ristrutturato, i lavori sono stati fatti male". Così i portavoce delle famiglie sinti del campo di viale Cricoli, a Vicenza, oggetto di lavori nelle scorse settimane che si dovrebbero concludere entro Natale. Secondo quanto riferito dall'amministrazione nei giorni scorsi mancherebbero solo gli allacciamenti ai "contatori intelligenti", per il calcolo delle bollette.

CICERO: "BENZINA SULLE POLEMICHE"

I destinatari dell'opera, però, non la pensano così e, dalle pagine de Il Giornale di Vicenza, fanno sapere che i soldi erogati dal ministero, circa 300mila euro per l'intera operazione, sarebbero stati spesi male. Impensabile, inoltre, un "trasloco" a fine dicembre: la temperatura rigida metterebbe a disagio i numerosi anziani e i bambini. Non solo, i leader della protesta invitano il prefetto a verificare le motivazioni della loro protesta.

La questione rischia di diventare un serio grattacapo per il Comune, che, come previsto dal progetto del Viminale, deve chiudere tutte le attività entro fine anno, pena la perdita del finanziamento.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave perdita di gpl dal distributore di carburanti: pericolo esplosione

  • Rubano un'auto e si schiantano, un 14enne alla guida: denunciati due minorenni

  • Violento scontro auto-camion sulla Sp 26: muore una 52enne vicentina

  • Investita sulle strisce: 21enne in Rianimazione

  • Schianto in A4, grave un anziana: miracolati due bimbi di pochi mesi

  • Operaio trova l'amante nudo a letto, la moglie lo morde: denunciata per violenza domestica

Torna su
VicenzaToday è in caricamento