Multe ordinanza antismog, Cicero: «Sono eccessive, ora giro di vite per le bici»

Sanzioni salate per gli automobilisti dopo il blocco alle auto che non hanno i parametri previsti dal Comune. Ma per l'assessore bisogna cambiare qualcosa e interviene su autovelox e sul mancato controllo dei ciclisti cittadini

Lunedì 5 novembre sono scattate in città le limitazioni antismog più restrittive e di conseguenza sono scattate le multe per i trasgressori da parte della polizia locale. I dati delle sanzioni non sono ancora stati resi pubblici ma si parla di una stangata che ha avuto un certo effetto sugli automobilisti vicentini. Sulla questione l'assessore alle infrastrutture Claudio Cicero è intervenuto sottolineando: «Bisognerebbe educare prima di sanzionare, sulle sanzioni c'è stata una cura eccessiva. Dobbiamo piuttosto lavorare sulle numerose infrazioni commesse dai ciclisti in città che attualmente sono praticamente ignorate». E a tale proposito presto ci sarà una richiesta di maggiore controllo da parte della polizia locale sui ciclisti vicentini. 

GLI APPOSTAMENTI DELLA POLIZIA LOCALE 

Le pattuglie della polizia locale, dalle testimonianze che ci sono giunte, sono posizionate in via Quadri, nella semicurva appena dopo l'incrocio con Corso Padova, Viale Camisano all'altezza della semicurva di fronte all'area ex-Barcaro, via La Marmora in prossimità della semicurva dopo via Mentana, via Legione Gallieno in prossimi della semicurva prima dell'incrocio semaforico con Contra' Porta Padova, viale Ippodromo e inP iazzale Giusti, subito dietro alla svolta obbligatoria a destra. 

Le multe partono da 164 euro e possono arrivare fino al massimo di 664 euro. L'ordinanza proseguirà fino al 31 marzo (escluso il periodo natalizio dal 17 dicembre al 7 gennaio) e vieta la circolazione dalle 8.30 alle 18.30, sia in centro storico che nella prima cintura urbana, ai i veicoli a benzina Euro 0, 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3, oltree che ai veicoli commerciali benzina Euro 0, 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e ai motoveicoli e ciclomotori a 2 tempi non catalizzati, con immatricolazione antecedente al primo gennaio 2000 e non conformi alla direttiva 97/24/C. 

AUTOVELOX E BICICLETTE: ECCO COSA DEVE CAMBIARE SECONDO CICERO

«Bisogna educare prima di sanzionare far capire alla gente che non possono circolare quindi fermare le macchine e spiegare l'ordinanza prima di dare  la multa». È critico Claudio Cicero verso l'ordinanza restrittiva anti smog che, scrivendo a un cittadino informato ha sottolineato  «è una cura ecessiva».

In arrivo, da parte di Cicero, ci sono due proposte che a breve farà presente alla Giunta e al comando di polizia locale. Una rigurda l'autovelox in viale del Sole: «Credo che il sistema sia facilmente aggirabile, una volta che l'automobilista sa che c'è il controllo di certo rallenta. Io sono favorevole a mettere dei cartelli dove si indica la possibilità che ci possa essere l'autovelox. Non mi risulta che in viale del Sole ci siano incidenti, mi risulta piuttosto che in strade com Biron di Sotto, dopo che abbiamo levato quel zigzag assurdo, si sono rimessi a correrre. In posti come questo è giusto usare autovelox mobili come nelle zone dove c'è un reale pericolo».

Infine Cicero punta il dito contro il comportamento dei ciclisti cittadini. «È un caos - sottolinea - non rispettano nessuna regola prevista dal codice della strada, vanno in giro senza fari, con il cellulare in mano, non usano le piste ciclabile, non hanno campanelli e corrono sui marciapiedi. Eppure non dobbiamo dimenticare che per la legge sono dei mezzi a tutti gli effetti che devono rispettare delle regole». «Per questo - conclude l'assessore - farò al piú presto presente la cosa anche alla polizia locale». Un giro di vite, insomma, che potrebbe portare frutti diverse alle casse del Comune in termini di sanzioni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcola il costo del bollo auto 2020: importi e cosa si rischia a non pagarlo

  • Il piccolo Davide non ce l'ha fatta: è morto 5 giorni dopo l'incidente

  • L'abete di papa Francesco, «risparmiato da Vaia, stroncato dalla mano dell'uomo»

  • Le Sardine invadono piazza Matteotti

  • Frontale tra auto: grave un bimbo di soli due anni, feriti anche i genitori

  • Mancano un milione di laureati: ecco le professioni più richieste

Torna su
VicenzaToday è in caricamento