Ancora raid notturni sulle auto in sosta: cittadini esasperati

Martedì è stato individuato un uomo che le telecamere hanno immortalato mentre faceva razzia su una vettura. Ma la stessa notte e anche quella dopo i furti con finestrini in frantumi sono continuati. La città si trova di fronte a un preoccupante fenomeno imitativo?

La Toyota danneggiata nella notte tra mercoledì e giovedì

Cittadini esasperati. Alcuni su Facebook arrivano a invocare "Il manganello", altri esprimono la loro preoccupazione "in qualsiasi zona della città". La percezione di "città insicura" non ha più solo radici sulla "questione Campo Marzo" ma da qualche settimana si è spostata sul fenomeno preoccupante delle auto in sosta prese di mira dai ladri durante la notte. E anche nelle ultimi due notti i raid sono continuati. 

Da qualche giorno in città non si parla d'altro e cresce l'impressione tra i vicentini, come si legge sui social, che Comune e forze di polizia siano praticamente impotenti di fronte a episodi che hanno lo stesso modus operandi.

MARTEDÌ : LA DENUNCIA DI  UN SOGGETTO

Sconosciuti rompono il finestrine delle vetture nottetempo e prelevano qualsiasi cosa - a volte anche pochi spiccioli - che trovano all'interno. Da tempo arrivano in questura denuncie e segnalazioni e da tempo monta la protesta sui social relativamente ai raid notturni. Grazie alla segnalazione di un cittadino, nella giornata di martedì, è stato fermato e denunciato un 36enne che le telecamere hanno incastrato mentre faceva razzia su un'auto. L'uomo, già con precedenti, è stato colpito da un foglio di via per tre anni. «E' molto probabile che l'uomo fermato per il danneggiamento di stamane sia la stessa persona che ha compiuto altri raid in varie zone della città», ha dichiarato il sindaco di Vicenza Francesco Rucco. 

MERCOLEDÌ E GIOVEDI': ALTRE RAZZIE

Sia come sia, qualche ora dopo dell'individuazione del soggetto, lasciato andare dopo la fotosegnalazione nel Gabinetto provinciale di Polizia Scientifica, i raid sono continuati. A darne testimonianza gli stessi cittadini sul gruppo Facebook "Sei di Vicenza se..." che hanno segnalato, nella notte tra martedì e mercoledì, hanno danneggiate in zona Stadio, San Bortolo e Borgo Casale (qui nel lato del sottopassaggio, come testimoniano le foto pubblicate sul gruppo da Beatrice Piccoli). 

84225826_3738988682808572_2532589171881541632_n-2

Anche nella notte tra mercoledì e giovedì i ladri hanno colpito ancora, spaccando il finestrino di una Toyota in via Torquato Tasso, dietro all'ospedale di Vicenza. C'è da chiedersi chi siano i responsabili. Sono più di uno? C'entra qualcosa l'individuo fermato dalla polizia anche in questi ultimi episodi? Siamo di fronte a fenomeno imitativo? Ipotesi, quest'ultima, ancora peggiore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Coronavirus, caso sospetto nel Vicentino: potrebbe essere il "paziente zero"

  • Il cane defeca per strada, anziano raccoglie la cacca e la spalma in faccia a un ragazzino

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto: «Pronti a misure drastiche»

  • COVID-19, tutti negativi i tamponi nel Vicentino: 32 i contagiati in Veneto. Sesto morto in Italia

Torna su
VicenzaToday è in caricamento