Vicenza, autisti aggrediti, Ftv in stato di agitazione: "Rimettere i controllori"

La Filt Cgil di Vicenza nell’apprezzare quanto finora fatto è del parere che sulla vicenda sicurezza FTV bisogna fare chiarezza su quali prioritarie questioni affrontare e di chi è in capo la responsabilità

Soddisfazione per il piano sicurezza della Provincia e della questura ma anche necessità di controllori almeno nelle linee più a rischio. Sono queste le conclusioni dell'assemblea sindacale dei lavoratori dell'Ftv, convocata dopo l'ennesimo episodio di violenza ai danni degli autisti, che comunque si è conclusa con la proclamazione dello stato di agitazione. "Se non arriveranno risposte - ha spiegato il coordinatore Filt Cgil Massimo D'Angelo - Siamo pronti allo sciopero". 

L'amministratore di FTV ha esposto il protocollo di sicurezza in linea, dove nelle situazioni in cui ci possa essere il timore di aggressioni, anche solo verbali, da rendere disagevole la conduzione del mezzo, mettere in pericolo l’incolumità dell’autista e dei passeggeri, il conducente attiverà dei tasti che allerteranno rispetto alla gravità delle situazione, la centrale FTV o la questura.

"La Filt Cgil di Vicenza nell’apprezzare quanto finora fatto è del parere che sulla vicenda sicurezza FTV bisogna fare chiarezza su quali prioritarie questioni affrontare e di chi è in capo la responsabilità. La prima problematica che interessa principalmente il territorio della stazione di FTV di Vicenza dove si è insediata delinquenza e malavita più o meno organizzata è di ordine pubblico e va combattuta dalle forze dell’ordine attraverso un presenziamento, principalmente nelle giornate del sabato, della domenica e nelle fasce serali - spiega il sindacato -  La risoluzione di questo problema spetta al prefetto e al questore insieme all’amministrazione comunale e provinciale. L’altra problematica - prosegue - riguarda la controlleria a bordo dei bus e la lotta all’evasione. Spetta all’azienda in tempi immediati costituire una squadra di controlleria, attiva almeno sulle linee più a rischio, assumendo se necessita personale. Su queste due prioritarie questioni questa mattina le OO.SS. aziendali tutte, insieme alla RSU hanno dichiarato lo stato di agitazione alfine di avere risposte immediate e certe sia da parte degli organi preposti al controllo e alla sicurezza del territorio sia dall’azienda FTV. Se queste risposte non ci saranno, sarà sciopero che coinvolgerà non solo i lavoratori di FTV ma anche i lavoratori di Aim Mobilità che in parte vivono le stesse problematiche, insieme agli utenti, studenti e lavoratori". 


 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Vicenza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal 1 giugno l'obbligo di mascherina all'aperto non c'è più

  • Riapertura di asilo, materne, centri estivi e le novità per la scuola a settembre

  • Bonus casa 110%: tutte le informazioni per ristrutturare a costo zero

  • Operaio schiacciato da lastra metallica, inutile la corsa al pronto soccorso: muore 22enne

  • Operazione "gomme da arresto": 5 indagati per frode, sequestrati beni per 11 milioni

  • Coronavirus, stop mascherine all'aperto: nuova ordinanza di Zaia

Torna su
VicenzaToday è in caricamento