Derubano orafo di 30mila euro: folle fuga nel quartiere

Concitato inseguimento della polizia tra Anconeta e via Fiume. I malviventi, a bordo di una Volvo sono scappati ad alta velocità, salendo sui marciapiedi, prendendo dei sensi unici e speronando altre auto

Parte della refurtiva recuperata

Inseguimento da film poliziesco della polizia con i ladri in fuga in mezzo al traffico che non si sono fatti scrupoli di mettere in pericolo anche la vita dei passanti. I malviventi, dopo aver rubato dall'auto di un orafo dei metalli preziosi dal valore di 30mila euro sono fuggiti alla vista di una pattuglia delle volanti che si è messa alle loro calcagna. L'episodio è avvenuto verso le 16:15 di martedì ad Anconeta. 

La chiamata al 113 è arrivata da un orafo che si era recato alla ditta Orsato per ritirare dell'oro in conto lavorazione. Dopo essere uscito dalla ditta il professionista ha appoggiato sul sedile posteriore della sua auto la 12 ore contenente i preziosi ed è salito al posto di guida. In quel momento uno sconosciuto ha aperto la porta posteriore della vettura e si è impadronito della borsa scappando a piedi verso una Volvo grigia che lo aspettava poco lontano. 

L'allarme alla polizia è scattato subito. Una pattuglia delle volanti, che si trovava in zona, ha intercettato l'auto dei malviventi alla rotatoria tra viale Trieste e via Fiume. Il conducente della Volvo, che già andava a velocità sostenuta, appena visti i poliziotti ha schiacciato l'acceleratore  prendendo prima via Ragazzi del '99 e poi una serie di vie laterali, alcune delle quali contro mano, con la polizia alle costole. 

Nell'inseguimento il mezzo dei malviventi ha iniziato a zigzagare per le vie, colpendo e danneggiando tre auto. A un certo punto la volante ha dovuto desistere perché i malviventi, bloccati dal traffico alla rotatoria di viale Cricoli, sono saliti su un marciapiede scatenando il panico tra i passanti costretti a saltare per evitare di essere investiti. 

Dopo aver perlustrato la zona gli agenti hanno infine trovato la Volvo, che risulta intestata a un prestanome, abbandonata in via Zaguri. All'interno c'era la valigetta con i documenti dell'orafo ma senza i preziosi. Sotto il sedile sono state trovate 7 placche d'oro dal valore di seimila euro che sono state riconsegnate al proprietario. La questura ha avviato delle indagini per risalire ai responsabili. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo, occhi puntati sul Bacchiglione: piena prevista per mezzanotte

  • Contributi fino a 1000 euro per trasformare l'auto in Gpl o metano

  • Fatture false con una società "cartiera": sequestrati 680mila euro a una SpA

  • Terribile incidente sul lavoro: operaio subisce l'amputazione di un piede

  • Pedone investito post tamponamento tra auto: strada chiusa, pesanti disagi sul traffico

  • In escursione su Cima Mandriolo con il cane, l'animale si sporge e precipita nel vuoto

Torna su
VicenzaToday è in caricamento