Valdastico Nord, si replica la protesta con lo slow mob: "Non ci fermeremo"

Nonostante il maltempo, al corteo hanno partecipato una sessantina tra auto, camion e trattori, ai quali se ne sono aggiunti un'altra ventina durante il percorso. Attraversati tutti i comuni interessati

Un'immagine della protesta

Slow mob, si replica. Una nuova manifestazione di protesta, la seconda nel giro di poche settimane, contro il prolungamento dell'autostrada A31 Valdastico Nord, si è tenuta oggi nell'Alto Vicentino. Il corteo è stato organizzato dal comitato "No Valdastico Nord" e dal Gruppo sportivo ricreativo di Casale di Cogollo del Cengio, il comune da cui partirebbe il nuovo tratto di arteria. LA PRIMA PROTESTA

Nonostante il maltempo hanno partecipato alla protesta, iniziata a metà mattinata, una sessantina tra auto, camion e trattori, ai quali se ne sono aggiunti un'altra ventina durante il percorso, che ha attraverso tutti i comuni vicentini che verrebbero interessati dai lavori di ampliamento dell'autostrada. I manifestanti hanno annunciato di "non volersi fermare". 



"Oltre infatti a portare avanti i ricorsi al Tar e a far pressione sui consigli comunali della valle - è stato il loro annuncio - stiamo elaborando nuove iniziative e nuove forme di sensibilizzazione per evidenziare le decisioni dell'Autostrada Brescia-Padova, fatte contro i diritti e i veri interessi dei cittadini".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave perdita di gpl dal distributore di carburanti: pericolo esplosione

  • Rubano un'auto e si schiantano, un 14enne alla guida: denunciati due minorenni

  • Schianto in A4, grave un anziana: miracolati due bimbi di pochi mesi

  • Operaio trova l'amante nudo a letto, la moglie lo morde: denunciata per violenza domestica

  • Schianto auto-moto sotto al cavalcavia: gravissimo centauro

  • Schianto fra tre auto e un furgone: quattro feriti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento