Ulss 6, fa la cresta al ticket: denunciata impiegata del Cup

Una 43enne vicentina, dipendente dell'Ulss 6 e, fino a poco tempo fa, in servizio al Cup è accusata di aver truffato alcuni anziani facendo loro pagare il tiket con il bancomat e addebitando somme superiori. E' stata scoperta in tre mesi

Si sarebbe messa da parte un gruzzoletto di 500 euro, addebitando sul bancomat di ignari anziani somme superiori del ticket dovuto. Sotto accusa è finita un'impiegata dell'Ulss 6: la sua truffa è durata circa tre mesi. 

Secondo quanto riferisce Il giornale di Vicenza, la donna, una 43enne della città, operatrice del Cup, al momento della presentazione del documento, anzichè digitare l'importo richiesto, alzava un po' la somma al momento del pagamento elettronico e poi si intascava la differenza, prelevandola dal contante. Le sue vittime erano prevalentemente anziani, tendenzialmente con una vista meno efficiente e magari più disattenti. 

Il suo stratagemma, però, è stato scoperto grazie a un oculato signore che si è accorto che, a fronte di un ticket di 40 euro, gliene erano stati addebitati 50. Ha subito segnalato il fatto all'azienda che ha fatto scattare le indagini. E' stato sufficiente incrociare alcuni dati, per arrivare al nome dell'impiegata infedele che è stata denunciata alla procura e sottoposta ad inchiesta disciplinare interna.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento scontro auto-camion sulla Sp 26: muore una 52enne vicentina

  • Investita sulle strisce: 21enne in Rianimazione

  • Cade dalla finestra: gravissima una donna

  • Vicenza ha i migliori bar: 3 premiati dal Gambero Rosso

  • Scopri come igienizzare la lavatrice per avere un bucato senza batteri

  • Saccheggia alcolici al Tosano e aggredisce le guardie: arrestato 45enne

Torna su
VicenzaToday è in caricamento