Truffe online nel vicentino: quattro indagati in pochi giorni

Hanno venduto della merce su un sito di annunci facendosi pagare in anticipo e non consegnandola mai. I carabinieri hanno individuato i truffatori

Truffatori sempre in agguato online. Nei giorni scorsi sono scattati quattro provvedimenti, da parte dei carabinieri operanti nel territorio, nei confronti di altrettante persone che hanno venduto del materiale su subito.it incassando il denaro e non consegnando la merce come pattuito. Due le vittime. 

Una, di Lonigo, ha effettuato un bonifico di 105 euro a favore di C.C. 35enne residente a Taranto. La donna é sta indagata per truffa poiché dopo aver pubblicato nel sito di vendite www.subito.it un’inserzione per la vendita di un capo di vestiario senza tuttavia cedere il materiale e rendendosi irreperibile.

Ben tre persone hanno invece teso una trappola a un uomo residente ad Alonte. S.P 46enne residente a Padenghe sul Garda, in provincia di Brescia, U.H 23enne residente a Verona, entrambi di nazionalità pachistana e S.M 36enne di nazionalità marocchina, residente a Brescia sono stati indagati per truffa in concorso poiché i medesimi, dopo aver pubblicato nello stesso sito di vendite un'inserzione di vendita di una mini car facevano eseguire alla vittima un bonifico di 1000 euro senza cedere il veicolo e rendendosi irreperibili. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il coronavirus

  • Coronavirus, caso sospetto nel Vicentino: potrebbe essere il "paziente zero"

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto: «Pronti a misure drastiche»

  • COVID-19, tutti negativi i tamponi nel Vicentino: 32 i contagiati in Veneto. Sesto morto in Italia

  • Coronavirus, monta la paura: Regione attiva cordone sanitario, altri 7 tamponi positivi

Torna su
VicenzaToday è in caricamento