sabato, 25 ottobre 5℃

Fingevano di esportare oro ma lo vendevano in nero: 70 milioni evasi

Operazione della guradia di finanza per sgominare un'organizzazione dedita alla truffa ed all'evasione fiscale. Coinvolti sette rappresentanti doganali di note case di spedizioni di Vicenza e sei aziende orafe

Redazione 13 giugno 2012

Un sistema raffinato che, grazie a complicità ramificate,  consentiva evadere decine milioni di euro. Ma è stato scoperto dalla guardia di finanza di Vicenza che ha accertato un'evasione di 70 milioni di euro grazie ad una vendita 'in nero' di 33 quintali di oro che erano stati fatti credere falsamente esportati. Denunciate 15 persone per contrabbando, falso ideologico, appropriazione indebita e reati fiscali.

Coinvolti sette rappresentanti doganali di note case di spedizioni di Vicenza e sei aziende orafe. Le indagini sono state condotte in Russia, a Hong Kong, e in Croazia. I finanzieri hanno ricostruito i flussi finanziari per 36 milioni provenienti da conti cifrati in paradisi fiscali ed hanno recuperato, nell'ultimo biennio, nel settore orafo, una base imponibile di oltre 370 milioni di euro. UNA TONNELLATA D'ORO IN NERO

Annuncio promozionale

evasione fiscale

Commenti