Legale di una società "fantasma" spilla oltre 20mila euro per un'auto che non esiste

A capo di questo raggiro un 31enne residente nel Bassanese accusato di truffa nei confronti di un 48enne dell'Alta Padovana. Tutto è nato da un annuncio di vendita on line

Un acquisto on line di un'auto che non esiste. E' quello che è successo nel maggio scorso ad un 48enne dell'Alta Padovana che, intenzionato ad acquistare una Peugeot 308, ha versato prima una caparra di 3.200 euro e poi il saldo di altri 20.200 euro a quello che si era identificato come il legale rappresentate di una società per la rivendita di auto denominata "Consulting management" di Volpago del Montello (Treviso).

In realtà, dopo qualche settimana, ha scoperto di essere stato vittima di un raggiro in piena regola. Recatosi nella sede della concessionaria ha scoperto che l'immobile adibito ad autosalone era vuoto e il titolare irreperibile. Ecco che si è rivolto ai carabinieri per denunciare il fatto.

Le indagini svolte dai militari della compagnia di Piazzola sul Brenta (Padova) hanno permesso ora  di rintracciare l'artefice del raggiro ovvero A.C.S., 31enne residente nel Bassanese che è stato denunciato per truffa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, caso sospetto nel Vicentino: potrebbe essere il "paziente zero"

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, tre casi lievi in provincia

  • COVID-19, tutti negativi i tamponi nel Vicentino: 32 i contagiati in Veneto. Sesto morto in Italia

  • Coronavirus, monta la paura: Regione attiva cordone sanitario, altri 7 tamponi positivi

  • Coronavirus, allerta in provincia: scuole chiuse e manifestazioni annullate

Torna su
VicenzaToday è in caricamento