Spacciava oppio con moglie e figlioletto, arrestato

Un cittadino indiano di 23 anni, residente a Trissino, è stato arrestato dai carabinieri di Valdagno con 9 chili di capsule d'oppio in macchina

In attesa di trovare un lavoro la sua attività, probabilmente redditizia, era quello della vendita di oppiacei. E per dare nell'occhio durante i suoi spostamenti era sempre assieme alla moglie e al figlioletto di appena 8 mesi.

Protagonista della vicenda un cittadino indiano di 23 anni, residente a Trissino (Vicenza), che dopo una serie di appostamenti, è stato arrestato dai carabinieri della nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Valdagno (Vicenza), che hanno proceduto con il maxi-sequestro di circa 9 chili di capsule di papavero da oppio, in possesso dello straniero.

Indagini sono in corso per capire da dove provenisse lo stupefacente, che l'indiano aveva suddiviso in 80 sacchetti di plastica. Su richiesta del suo legale all'extracomunitario ha evitato di finire in carcere, anche se avrà l'obbligo di firma giornaliero nella caserma dell'Arma di Trissino, sino a quando non sarà processato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro, fatale caduta mentre sta operando su un macchinario: muore 59enne

  • Perde il controllo della moto e si schianta: muore 42enne

  • Addio Flavia, se n'è andata la regina dei "spuncioti" del bar più amato di Vicenza

  • Malore improvviso: muore automobilista

  • Ha un infarto all'inizio del cammino: morto escursionista

  • Covid-19 al centro estivo, alunna positiva al tampone: scatta il protocollo

Torna su
VicenzaToday è in caricamento