Tre dispersi nell'Abisso del Corno fanno rientro mentre partono i soccorsi

Paura per tre per tre speleologi entrati in mattinata nell'Abisso del Corno di Campo Bianco in Val Galmarara, sull'Altopiano di Asiago e di cui non si avevano notizie fino a notte inoltrata

Foto GSM Gruppo Speleologi Malo

Nella notte il 118 di Vicenza è stato chiamato per tre speleologi entrati in mattinata nell'Abisso del Corno di Campo Bianco in Val Galmarara, sull'Altopiano di Asiago, senza però fare ritorno, l'allarme lanciato da un amico che li stava aspettando al Bivacco Tre Fontane.

Allertate alle 2.30 circa, una squadra del Soccorso alpino di Asiago e una squadra di primo intervento del Soccorso speleo di Vicenza si sono messe in moto e hanno raggiunto il bivacco, non distante dall'ingresso della cavità - una grotta ancora in esplorazione, impegnativa, che raggiunge gli 800 metri di profondità - per verificare la segnalazione e predisporre l'avvio delle operazioni, mentre le altre Stazioni della VI Delegazione speleologica Veneto - Trentino Alto Adige si preparavano a partire con l'opportuna attrezzatura dai diversi magazzini. Fortunatamene, una volta lì, i soccorritori hanno visto delle luci provenire dall'ingresso. Erano i tre speleo, due uomini e una donna vicentini, che stavano rientrando. Una volta appurato che i tre stavano bene e si era trattato solamente di un ritardo, le squadre sono scese a valle. L'intervento si è concluso poco prima delle 6.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

Torna su
VicenzaToday è in caricamento