Incendi a Torri di Quartesolo, i carabinieri: "Nessuna baby-gang di piromani"

Una serie di incendi dolosi sta preoccupando il paese. Ma il comando dell'Arma rassicura che non ci sono collegamenti tra i roghi e che non c'entrano bande di ragazzini

Il capannone preso di mira dagli incendi

Un classico "caso" che sta facendo discutere la comunità di Torri di Quartesolo. Incendi che in paese hanno creato un piccolo giallo. Il primo è avvenuto a fine agosto, con la motrice di un camion andata a fuoco per mano dolosa in un deposito di via Longare.

Poi, dopo pochi giorni sempre nello stesso capannone, qualcuno ha dato alle fiamme dei copertoni e  una tanica di olio e lo scorso venerdì anche un bancale di legno. Ma non è finita. Al palatenda di Torri, sempre a fine agosto, è invece stato incendiato un armadietto e, pochi giorni fa, del polistirolo in via Marconi. 

Le indagini dei carabinieri hanno portato a sospettare dei ragazzini ma, come riferisce il comandante della compagnia di Vicenza: "Non c'entrano con gli incendi, a quanto ci risulta bisogna distinguere tra bravate e valutare se c'è qualcos'altro sotto. Riteniamo comunque gli episodi scollegati tra loro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Previsioni meteo per la settimana, arriva l'inverno: temperature sotto zero

  • Camilla non ce l'ha fatta, dopo dieci giorni di agonia la 19enne è morta

  • Vicenza misteriosa: le fiabe sui luoghi segreti

  • Malore fatale sul posto di lavoro: giovane papà di due bambini perde la vita

  • Terribile schianto fra tre auto: due conducenti feriti

  • Spiedo, grigliata che bontà: scopri dove mangiare le migliori del vicentino

Torna su
VicenzaToday è in caricamento