Thiene, spacca la faccia al barista e rischia il linciaggio: un arresto

L'episodio è avvenuto poco dopo la mezzanotte di sabato al bar Sport, nell'ambito della Festa del Buon rientro. Sul posto i carabinieri

La provocazione

Due giovani, appena maggiorenni, già in avanzato stato di ebbrezza, entravano nel bar "Sport" di Thiene, piazza Martiri della Libertà, che aderiva alla "Festa del Buon Rientro", mettendosi a ballare in area non accessibile al pubblico. Invitati ad uscire dall'area in questione, i due si allontanavano, per poi ritornarvi con fare provocatorio. I gestori del locale accompagnavano fuori i giovani.

L'aggressione e la fuga

Appena fuori dal locale, davanti ad una moltitudine di persone, uno dei giovani sferrava due violenti pugni al volto del gestore dell'esercizio pubblico, facendolo cadere e battere la testa sul selciato. Quindi il colpitore si allontavana di corsa, inseguito da molti amici del gestore del locale che avevano visto chiaramente la scena. Tra gli inseguitori anche due Volontari dell'Associazione Kronos, che davano l'allarme radio agli operatori in circuito. Immediatamente due pattuglie intercettavano inseguiti ed inseguitori in via Chilesotti, sottraendo letteralmente i giovani dalla folla. Uno di loro, poi identificato in G.P., 19enne da Breganze, dichiarerà poi alla polizia locale di avere temuto di essere linciato.

Nel frattempo il gestore del bar Sport veniva trasportato al Pronto Soccorso di Santorso, ove gli veniva riscontrata la frattura dell'orbita oculare e la frattura scomposta del naso, lesioni giudicate guaribili in oltre 40 giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'arresto

Per tale motivo il giovane che aveva sferrato i pugni, identificato in Otavio De Oliveira, 18enne da Breganze di origini brasiliane, veniva tratto in arresto per lesioni aggravate, anche perchè già noto per fatti analoghi. Il giovane viene trattenuto in camera di sicurezza della Polizia Locale in attesa dell'Udienza di convalida dell'arresto e di rito direttissimo. G.P., invece, veniva accompagnato a casa da una pattuglia, poichè gli amici del ferito stazionavano nei pressi del comando con fare minaccioso. A suo carico, in attesa di eventuali querele, solo un verbale per ubriachezza in luogo pubblico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal 1 giugno l'obbligo di mascherina all'aperto non c'è più

  • Riapertura di asilo, materne, centri estivi e le novità per la scuola a settembre

  • Eclissi: in arrivo lo spettacolo della 'Luna delle Fragole'

  • Runner sale sulla cresta, scivola e fa un volo di un centinaio di metri: muore 37enne

  • Coronavirus, stop mascherine all'aperto: nuova ordinanza di Zaia

  • Bonus casa 110%: tutte le informazioni per ristrutturare a costo zero

Torna su
VicenzaToday è in caricamento