Thiene, fermato con una bici rubata, si firma "Allah u Akbar"

Nell'ultimo mese la polizia locale ha recuperato tre biciclette rubate per un valore di migliaia di euro

Preso con una bici rubata a un pensionato, sigla il verbale della denuncia scrivendo, sopra la sua firma, la scritta in arabo "Allah u Akbar" e, per farla meglio comprendere alla polizia locale, in uno di essi ha scritto in italiano "DIO GRANDE". Il fatto è avvenuto al comando della polizia locale di Thiene, l'altro giorno. L'uomo è R.E.C., 40enne di nazionalità marocchina residente nella cittadina. 

Non è stato l'unico intrevento degli agenti legato ai furti di bici.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento scontro auto-camion sulla Sp 26: muore una 52enne vicentina

  • Investita sulle strisce: 21enne in Rianimazione

  • Cade dalla finestra: gravissima una donna

  • Vicenza ha i migliori bar: 3 premiati dal Gambero Rosso

  • Scopri come igienizzare la lavatrice per avere un bucato senza batteri

  • Saccheggia alcolici al Tosano e aggredisce le guardie: arrestato 45enne

Torna su
VicenzaToday è in caricamento