Thiene, fermato con una bici rubata, si firma "Allah u Akbar"

Nell'ultimo mese la polizia locale ha recuperato tre biciclette rubate per un valore di migliaia di euro

Preso con una bici rubata a un pensionato, sigla il verbale della denuncia scrivendo, sopra la sua firma, la scritta in arabo "Allah u Akbar" e, per farla meglio comprendere alla polizia locale, in uno di essi ha scritto in italiano "DIO GRANDE". Il fatto è avvenuto al comando della polizia locale di Thiene, l'altro giorno. L'uomo è R.E.C., 40enne di nazionalità marocchina residente nella cittadina. 

Non è stato l'unico intrevento degli agenti legato ai furti di bici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal 2 giugno cade l'obbligo di mascherina all'aperto

  • Riapertura di asilo, materne, centri estivi e le novità per la scuola a settembre

  • Operazione "gomme da arresto": 5 indagati per frode, sequestrati beni per 11 milioni

  • Perde il controllo della moto e si schianta contro un muro: muore 22enne

  • Centauro esce di strada mentre sta percorrendo il Costo: ferito 55enne

  • Travolta da un'auto: muore donna di 55 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento