Tezze sul Brenta, lascia la pentola sul fuoco, brucia la cucina: due intossicati

L'incendio è scoppiato mercoledì di mattina. Madre e figlio hanno tentato di avere la meglio sulle fiamme ma sono rimasti intossicati, entrambi sono in camere iperbarica

immagine d'archivio

Era uscita di casa per portare fuori il cane, quando è tornata  la cucina stava andando a fuoco. L'incendio è scoppiato mercoledì mattina a Tezze sul Brenta. La causa del rogo è stata una pentola lasciata sul fuoco.

La donna non ha chiamato i vigili del fuoco, ma ha chiesto aiuto al figlio 36enne. Il fumo denso e nero che aveva riempito l'appartamento però, ha costretto i due a desistere e rivolgersi ai pompieri. 

I vigili del fuoco hanno avuto velocemente la meglio sulle fiamme. Sul posto anche i sanitari  del Suem, nel tentativo di fare da soli, madre e figlio sono rimasti intossicati dal fumo. Portati al San Bassiano dovranno sottoporsi a delle sedute in camera iperbarica. Il rogo ha distrutto il pian cucina e creato danni per migliaia di euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Coronavirus, caso sospetto nel Vicentino: potrebbe essere il "paziente zero"

  • Il cane defeca per strada, anziano raccoglie la cacca e la spalma in faccia a un ragazzino

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto: «Pronti a misure drastiche»

  • COVID-19, tutti negativi i tamponi nel Vicentino: 32 i contagiati in Veneto. Sesto morto in Italia

Torna su
VicenzaToday è in caricamento