Terremoto, Donazzan si appella agli studenti: "Donate 2 euro con gli sms"

"Aiutiamoli a tornare alla normalità facendo un gesto per noi così scontato come un messaggio - è l'invito - La Protezione civile ha attivato il numero 45500 a cui possiamo inviare un messaggio del valore di due euro. Un gesto semplice, dal grande significato"

L'assessore all'Istruzione della Regione del Veneto, Elena Donazzan, ha inviato una lettera a tutti gli studenti veneti, dalle elementari alle università, invitandoli a donare 2 euro tramite un sms al 45500, numero attivato dalla Protezione civile, per aiutare i connazionali del centro Italia colpiti dal sisma.

"Sono giorni molto difficili per i vostri coetanei delle terre terremotate del centro Italia - esordisce Donazzan nella lettera - La loro vita è stata sconvolta nelle abitudini, negli affetti, nei troppi ricordi perduti, nelle case a cui non possono più fare ritorno. È compromessa anche la loro quotidianità da studenti; molte scuole sono infatti chiuse perché inagibili e per il momento non vi possono essere certezze rispetto alla loro riapertura”.

Nell’auspicare che bambini, ragazzi e universitari del centro Italia non abbiano ad “arrendersi” e ad abbandonare la loro terra, ritenendola senza più speranza di ripresa, l’assessore regionale fa appello a tutti gli studenti veneti: "Aiutiamoli a tornare alla normalità facendo un gesto per noi così scontato come un sms - è l'invito - La Protezione Civile ha attivato il numero 45500 a cui possiamo inviare un sms del valore di due euro. Un gesto semplice, dal grande significato”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Un segnale di fratellanza e di appartenenza - conclude - verso questi nostri fratelli che soffrono, verso questa nostra Patria ferita nei suoi monumenti e nella sua bellezza che, oggi più che mai, necessita di rialzarsi. Anche con il nostro contributo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal 1 giugno l'obbligo di mascherina all'aperto non c'è più

  • Eclissi: in arrivo lo spettacolo della 'Luna delle Fragole'

  • Runner sale sulla cresta, scivola e fa un volo di un centinaio di metri: muore 37enne

  • Schianto tra moto sul Grappa: padre e figlia perdono la vita

  • Coronavirus, stop mascherine all'aperto: nuova ordinanza di Zaia

  • Bonus casa 110%: tutte le informazioni per ristrutturare a costo zero

Torna su
VicenzaToday è in caricamento