Strage Charlie Hebdo, manifestazioni in tutto il Vicentino

Sit in in città e in altri comuni della provincia ma anche uno striscione anti Islam di Forza Nuova e l'assessore Donazzan chiede: "I genitori musulmani spieghino cosa è accaduto"

La manifestazione a Vadagno (foto Centomo)

I drammatici fatti di Parigi, con la strage nella redazione di Charlie Hebdo ed il suo altrettanto sanguinoso epilogo, hanno segnato il sabato in molti comuni del Vicentino e non solo. 

donazzan-2Numerosi sono stati i sit-in e le iniziative sia in città che in provincia, con manifestanti "armati" di matita - il Comune di Romano ne ha esposto un mazzetto con la bandiera a mezz'asta - ma non sono mancate le polemiche. Ha destato scalpore, sui social network, la lettera inviata alle scuole dall'assessore all'Istruzione regionale, Elena Donazzan, in cui chiede che nelle aule venga affrontato il tema del terrorismo di matrice islamica. "Dobbiamo parlarne e dobbiamo farlo soprattutto nelle nostre scuole, condannando fermamente senza se e senza ma, senza alibi ideologici o assoluzioni autoconsolatorie quanto accaduto ed una cultura che predica l'odio verso la nostra cultura, la nostra mentalità, il nostro stile di vita fino all'estremo gesto terroristico - ha scritto l'assessore, che ha chiesto il coinvolgimento diretto delle famiglie - È infatti una esigenza necessaria anche per la presenza di tanti alunni stranieri e dei loro genitori nella nostra comunità. Soprattutto a loro dobbiamo rivolgere il messaggio di richiesta di una condanna di questi atti, perché se hanno deciso di venire a vivere in Europa, in Italia, in Veneto, devono sapere che sono accolti in una civiltà con principi e valori".

strc fn-2Più netta la posizione del partito di estrema destra Forza Nuova: "Abbiamo vinto a Lepanto, vinceremo ancora. Fuori l'Islam dall'Italia!". Così recita lo striscione appeso nella notte tra venerdì 9 e sabato 10 Gennaio all'esterno di alcune moschee e centri islamici presenti nel Veneto da militanti forzanovisti delle province di Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza in Via dei Mille. "Gli ultimi avvenimenti dimostrano come la costruzione di moschee o di centri islamici non conducano affatto ad una integrazione della comunità mussulmana nel tessuto sociale del paese ospitante, ma contribuiscano, di contro, a creare emarginazione e ghettizzazione, che nel giro di breve tempo maturano in pericolosi episodi di estremismo religiosoIl tempo del buonismo ecumenico e delle chiacchiere leghiste è giunto al termine - scrivono i militanti - La gioventù d'Europa è pronta alla guerra anti-fondamentalista!!"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave perdita di gpl dal distributore di carburanti: pericolo esplosione

  • Rubano un'auto e si schiantano, un 14enne alla guida: denunciati due minorenni

  • Schianto in A4, grave un anziana: miracolati due bimbi di pochi mesi

  • Investita sulle strisce: 21enne in Rianimazione

  • Operaio trova l'amante nudo a letto, la moglie lo morde: denunciata per violenza domestica

  • Schianto auto-moto sotto al cavalcavia: gravissimo centauro

Torna su
VicenzaToday è in caricamento