Stacchio: "Lo rifarei ma la legge non è cambiata"

Nanto ha ricordato i drammatici eventi dell'anno scorso, quando una banda armata prese d'assalto la gioielleria Zancan e il benizianio di fianco, Graziano Stacchio, uccise un rapinatore. "La legge sulla legittima difesa, però, non è cambiata" commenta

Graziano Stacchio con Joe Formaggio

"In quest anno molti mi hanno chiesto se lo rifarei. E oggi posso dire che sì, lo rifarei immediatamente, perché difendere quella giovane che era intrappolata nella gioielleria lo considero come un dovere. Altrimenti che futuro possiamo consegnare ai nostri figli?".

Così, all'Ansa, Graziano Stacchio, il benzinaio di Nanto che sparò, uccidendo un malvivente, durante un tentativo di rapina il 3 febbraio 2015, commenta l'intenzione espressa dal Procura di Vicenza di chiedere per lui l'archiviazione. Sullo sforzo per modificare la legge sulla legittima difesa, Stacchio ha aggiunto: "Mi sono lasciato strumentalizzare da tutti, da destra e da sinistra, al fine di arrivare ad una modifica legislativa. Ma finora nulla è cambiato".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Aggressione alla festa della Sud: "Episodio razzista, branco senza controllo"

    • Cronaca

      Monticello, il barbecue brucia 120 metri quadrati di tetto

    • Cronaca

      Santorso, tragedia in ospedale: bimba muore durante il parto

    • Cronaca

      Notte bianca a Vicenza: task force per la sicurezza

    I più letti della settimana

    • Marola, titolare d'azienda trovato impiccato dai dipendenti

    • Sovizzo, lavoratore schiacciato dal muletto: gamba fratturata

    • Castegnero, il piccolo Edoardo muore a 10 anni

    • Castelgomberto, rissa e accoltellamento: due feriti gravi

    • Vicenza, blitz al Boys: ballerine in nero

    • Monticello, il barbecue brucia 120 metri quadrati di tetto

    Torna su
    VicenzaToday è in caricamento