Ha sparato al fratello, per il vigilantes divieto di dimora dal padre

Il 21enne è tornato libero ma dovrà abbandonare l'abitazione del padre dove alcuni giorni fa dopo una discussione ha gambizzato il fratello: "ero molto stanco, non riuscivo a recuperare"

E’ tornato libero ma non potrà far ritorno a casa del padre: per il 21enne vigilantes che nei giorni scorsi ha sparato al fratello, gambizzandolo, al culmine di una lite per futili motivi, è infatti scattato l’obbligo di allontanamento tanto che andrà a vivere dalla madre.

"ERO MOLTO STANCO". Secondo quanto si legge anche sul Corriere del Veneto il ragazzo sembra essere molto scosso per l’accaduto tanto da chiedere spesso le condizioni di salute del fratello. Non solo: racconta anche di come il lavoro di metronotte fosse per lui molto importante e anche molto gradevole ma un po’ faticoso tanto che rivela: “Nell’ultimo periodo ero molto stanco, non riuscivo a recuperare”. Ora potrebbe decidere di patteggiare e, come aveva chiesto anche il pm Alessandro Severi, non potrà avvicinarsi alla casa del padre dove viveva fino a  poco tempo fa insieme anche al fratello .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Previsioni meteo per la settimana, arriva l'inverno: temperature sotto zero

  • Camilla non ce l'ha fatta, dopo dieci giorni di agonia la 19enne è morta

  • Vicenza misteriosa: le fiabe sui luoghi segreti

  • Malore fatale sul posto di lavoro: giovane papà di due bambini perde la vita

  • Terribile schianto fra tre auto: due conducenti feriti

  • Spiedo, grigliata che bontà: scopri i posti migliori del vicentino

Torna su
VicenzaToday è in caricamento