Spacciatori sempre più aggressivi: un agente ferito

Senza tregua il contrasto alla microminalità a Campo Marzo: le operazioni di fermo e controllo posso risultare molto pericolose

Immagine di archivio

Ancora un sequestro di marijuana, una denuncia per detenzione di sostanza stupefacente e due denunce per resistenza a pubblico ufficiale nella zona di Campo Marzo da parte della polizia locale, impegnata anche in un rocambolesco inseguimento di due presunti pusher.

Il "pony express"

Ieri pomeriggio, nel corso di un controllo dell'area verde verso viale Eretenio, su indicazione del personale addetto al controllo delle telecamere due agenti in borghese si sono spostati verso Porton del Luzzo, dove uno straniero che sostava nel parco è stato notato dirigersi rapidamente in bicicletta dopo aver ricevuto una telefonata. Qui l'uomo si è incontrato con un altro soggetto al quale è stato visto consegnare furtivamente un involucro in cambio di 5 euro. A quel punto gli agenti sono intervenuti, riuscendo a fermare l'acquirente, un cinquantenne residente in città, trovato in possesso di 5,64 grammi di marijuana. Per lui è scattata la denuncia per detenzione di sostanza stupefacente e il ritiro della patente. Il pusher, invece, ha fatto perdere le proprie tracce.

Inseguimenti e agente ferito

La zona di Campo Marzo verso viale Venezia è stata invece teatro di un rocambolesco inseguimento: alcuni pomeriggi fa, agenti della polizia locale in borghese hanno individuato due stranieri dall'atteggiamento sospetto e hanno pertanto chiesto l'intervento di una pattuglia. Avvicinati dagli uomini in divisa, i due uomini si sono rifiutati di fornire il documento di identità e si sono dati alla fuga in bicicletta.

Il primo, S.E., nigeriano senza fissa dimora di 35 anni, è stato subito raggiunto e bloccato, malgrado abbia opposto resistenza. Il secondo, invece, nel tentativo di sottrarsi al controllo di una seconda pattuglia è andato a sbattere con la ruota davanti della bicicletta contro la fiancata dell'auto di servizio, ferendosi allo sterno con il manubrio.

Datosi nuovamente alla fuga, l'uomo ha raggiunto a piedi il piazzale della stazione e, scavalcata la recinzione ferroviaria, ha fatto perdere momentaneamente le proprie tracce. In seguito alla segnalazione di una persona in fuga lungo i binari verso i Ferrovieri, gli agenti sono nuovamente intervenuti, individuando infine il fuggitivo nel deposito di Svt, all'interno di un autobus.

Malgrado la resistenza opposta con forza dall'uomo, che ha colpito con calci e pugni un agente, facendolo cadere tra i sedili dell'autobus e procurandogli un trauma alla mano sinistra, il soggetto (O. G, nigeriano di 25 anni, senza fissa dimora), è stato infine bloccato e portato in comando. Per i due, entrambi volti noti alle forze dell'ordine nell'ambito dello spaccio, è scattata la denuncia per resistenza a pubblico ufficiale.

Potrebbe interessarti

  • Spiedo, grigliata: che bontà. Scopri le migliori del vicentino

  • Forno a microonde: i vantaggi e rischi per la salute

  • Il parco è in condizioni pietose: «chiuso per degrado»

  • I sintomi, la diagnosi, la terapia per riconoscere e affrontare l’intolleranza al lattosio

I più letti della settimana

  • Superenalotto, jackpot sfiorato: tripletta di cinque

  • Truffa della "compagnia telefonica": entrano nel telefonino e le svuotano il conto corrente

  • Zecca, Medusa, Zanzara, Cimice, Vespa, Calabrone, Vipera: cosa fare in caso di puntura

  • Dove sono gli autovelox? Te lo dice l'app del cellulare

  • Intervento miracoloso al San Bortolo: bimba di un anno salvata in extemis 

  • Devastante rogo in un'azienda agricola: danni ingenti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento