Schio, sbranato un capriolo, cresce la paura del lupo

Un escursionista di Cerbaro è incappato nella carcassa di un capriolo morto trascinata da un grosso animale, subito si è pensato si trattasse del lupo, ma in realtà era solo un cane. Cresce la fobia del predatore

Le tracce lasciate sulla neve da un Lupo o da un cane di grandi dimensioni

Da quando un lupo è stato avvistato sulle montagne vicentine, cresce la paura per la presenza del predatore e si moltiplicano le segnalazioni di tracce lasciate sulla neve e avvistamenti, ma non tutte sono reali. 

Quanto successo ad un escursionista qualche giorno fa sul  sentiero che scende dal Novegno. località Cerbaro di Tretto. Come riportato sulle pagine de il Giornale di Vicenza, l'uomo ha sorpreso un grosso canide mentre sbranava un capriolo. Immediatamente è scattato "l'allarme lupo", ma in realtà, l'animale visto addentare la carcassa era un semplice cane randagio. E' stato lo stesso escursionista a rendersene conto, poichè, dopo aver osservato con attenzione l'animale, si è accorto che portava un collare al collo. 

Gli esperti garantiscono che avvistare il Lupo sia una rarità, mentre  sono molti gli episodi che vedono i cani randagi prendersela con caprioli ed altre prede simili. Lasciati in liberta anche nei comuni cani si risveglia infatti, l'istinto del predatore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO|Inferno di fuoco all'alba: colonna di fumo visibile per chilometri

  • La classifica delle migliori scuole d'Italia: scopri le vicentine

  • Allerta meteo, occhi puntati sul Bacchiglione: piena prevista per mezzanotte

  • Minore va in crisi al reparto psichiatrico: i sanitari non riescono a calmarlo e chiamano i carabinieri 

  • Anziana travolta e uccisa, il "pirata" si è costituito

  • Volo di 5 metri dal capannone: gravissimo operaio

Torna su
VicenzaToday è in caricamento