Schio, Minori perquisiti: spuntano smartphone rubato e stupefacenti

Su spinta dei genitori un ragazzo consegna alle forze dell'ordine il telefono nascosto in cantina

Si erano resi protagonisti della rissa del 4 aprile scorso in Piazzale Falcone-Borsellino a Schio, così la Procura di Vicenza e la Procura per i Minorenni di Venezia avevano emesso decreti di perquisizione a carico di quattro indagati, 3 minorenni e 1 maggiorenne, tutti di Schio.

Nel corso delle operazioni, eseguite nella serata di mercoledì 3 maggio dalla polizia locale "Alto Vicentino", uno dei minori - messo sotto pressione dai genitori - si è deciso a collaborare e a consegnare lo smartphone (del valore di circa 200 euro) che un mese prima aveva sottratto con la forza ad un altro minore.  

Altri due ragazzi invece sono stati segnalati alla  Prefettura-UTG di Vicenza quali assuntori di sostanze stupefacenti dopo che le perquisizioni hanno fatto rinvenire in camera da letto 6 grammi di hashish e 3 di marijuana.

I minorenni si dovranno recare presso il Tribunale di Venezia per essere interrogati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il grande freddo,13 gennaio 1985 iniziò la nevicata del secolo

  • Schianto tra auto e furgoncino all'ora di pranzo: conducente incastrato tra le lamiere

  • Grande fratello vip, doccia "bollente" per l'ex Madre natura ma lei pensa solo a Fede

  • Infarto al miocardio: come riconoscerlo

  • Grande fratello vip, frasi sessiste contro Paola Di Benedetto: squalificato Salvo Veneziano

  • L'influenza è arrivata, tantissimi casi nel vicentino. Come prevenirla

Torna su
VicenzaToday è in caricamento