Schio, niente prima alla Marconi: non ci sono più stranieri

Per la prima volta nella sua storia la scuola elementare del centro di Schio non ha abbastanza iscrizioni per far partire un nuovo ciclo di studi. Gli immigrati tornano in patria

Brutta sorpresa dopo le iscrizioni primaverili a Schio: la storica scuola Marconi dal prossimo anno scolastico sarà senza la classe prima.

Come riportato nella versione cartacea de il Giornale di Vicenza, la scuola del centro che fa parte dell'istituto complessivo Fusinato, ha avuto solo 10 iscritti, per far partire una classe ne servono almeno 15. Una sorpresa nel segno della crisi, in questi anni la Marconi si è distinta per le politiche di integrazione, ma le ristrettezze economiche sembrano aver spinto anche i migranti a cercare altrove fortuna, trasferendosi con le famiglie all'estero. La scuola primaria accoglie da anni più stranieri che italiani, con un tasso del 59% di alunni provenienti da famiglie di immigrati. La capacità del personale scolastico e dei docenti di creare percorsi condivisi, però, non ha salvato la scuola, premiata dall'Unicef per la capacità di integrazione tra studenti, dalla fuga degli iscritti. 

Anche tra chi resta in Italia, in molti si trasferiscono lontano dal centro, preferendo la vita più tranquilla ed economica della periferia, con un conseguente calo delle iscrizioni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Divorziano dopo sessant'anni di matrimonio perchè lui vuole farsi prete

  • Ritrovata la bambina di 11 anni scomparsa sulle colline

Torna su
VicenzaToday è in caricamento