Schio, la rabbia contro i nomadi finisce sui muri del Palacampagnola

Un vandalo ha segnalato con la vernice spray i luoghi che verrebbero utilizzati come "bagno pubblico" dai nomadi di stanza nella vicina area campeggio. Un'atleta del Familia avrebbe anche subito una molestia

Vandalismo sui muri del palasport di Schio come forma di protesta per il degrado in cui versa l'area a causa, secondo il "graffitaro", del comportamento dei nomadi di stanza nella vicina area campeggio. 

Come riporta Il Giornale di Vicenza, nei giorni scorsi, uno o più ignoti avrebbero vergato con delle bombolette spray i muri della struttura, dove giocano le campionesse d'Italia del Famila, con delle scritte ingiuriose nei confronti dei nomadi e con delle frecce che indicherebbero i luoghi usati come latrina a cielo aperto. 

La situazione, anche a detta del direttore generale della squadra, sarebbe già oltre i limiti della sopportazione: escrementi ovunque, a volte, "a sfregio", anche davanti agli ingressi. Non solo: un'atleta si sarebbe anche trovata davanti ad un esibizionista. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio ditta stoccaggio rifiuti speciali: colonna di fumo visibile a chilometri di distanza

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagi in Veneto: 1272 casi nel Vicentino

  • Emergenza Covid: spostamenti ingiustificati, fioccano le multe in città

  • Coronavirus, la mappa dei contagi nel Vicentino

  • Coronavirus in Veneto: oltre 2000 ricoverati altri 9 morti nel Vicentino

  • Coronavirus, da lunedì i cittadini possono richiedere i buoni spesa: ecco come fare

Torna su
VicenzaToday è in caricamento