Schio, a 11 anni prometteva sesso a pagamento su Whatsapp

La bambina aveva creato un gruppo con i compagni di scuola dove prometteva prestazioni sessuali in cambio di soldi, sono stati gli stessi alunni a raccontare ad insegnati e genitori cosa stesse accadendo

Immagine d'archivio

In prima media prometteva sesso ai compagni via Whatsapp. Il caso è scoppiato in una scuola dell'Altovicentino, protagonista una ragazzina di 11 anni che avrebbe creato un gruppo con alcuni coetanei e ragazzi del paese dove vive per contrattare sesso a pagamento. 

Dopo che alcuni appartenenti al gruppo si sono rivolti ad insegnati e genitori, sono state coinvolte le autorità e i servizi sociali. Come riportato sulle pagine de il Giornale di Vicenza, l'undicenne ha offerto in più occasioni prestazioni sessuali a pagamento pubblicizzandole via cellulare. 

In breve tempo, il gruppo Whatsapp e le proposte della ragazzina sono diventate note tra molti dei minori e egli adolescenti della zona dove la ragazza abita con la sua famiglia. Ora, carabinieri, polizia locale e servizi sociali dovranno fare luce sul fenomeno. Non è ancora chiaro cosa abbia spinto la bambina  a tentare di vendersi, nè se dai messaggini i ragazzi coinvolti siano mai passati alla realtà. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Perde il controllo dell'auto e finisce contro un camion in sosta: 18enne muore sul colpo

  • Stop alle corse sulla strada del Costo: arrivano autovelox e targa system

  • Bollo auto, le novità del 2020: a chi spettano gli sconti

  • Operaio 34enne trovato morto in fabbrica

  • Schianto semi frontale tra auto: sei feriti, paura per due bimbi piccoli a bordo

Torna su
VicenzaToday è in caricamento