Scandalo pedofilia nella chiesa cilena, il Cardinale Ezzati: "chiedo perdono e misericordia"

Dopo la dimissione in blocco dei 34 vescovi cileni a seguito dello scandalo pedofilia che ha investito la Chiesa cilena, il cardinale vicentino chiede perdono alle vittime

L'arcivescovo di Santiago, Ricardo Ezzati Andrello, originario di Campiglia dei Berici aveva precedentemente risposto alle accuse riguardanti la distruzione di documenti ecclesiastici denunciata da papa Francesco nella sua lettera ai 34 vescovi cileni, dichiarando di non saperne nulla  

"Chiedo perdono e misericordia" dice ora il cardanale vicentino durante la messa di chiusura del sinodo dei vescovi cileni  «Mi duole immensamente il dolore dei fratelli, specialmente di quelli che hanno sofferto gravi violazioni dei loro diritti»

«Capisco con il cuore aperto la rabbia di tante persone che vedono nei pastori, nel vescovo, il capro espiatorio per tutta la nostra debolezza, la nostra fragilità».

«Mi fa male sapere che la malattia non è stata sconfitta e superata. Accolgo la critica, l’indignazione e la rabbia». 

Il Fronte Ampio, coalizione elettorale di sinistra cilena, non ha però accolto bene la richiesta di perdono del cardinale, annunciando di volerlo privare della nazionalità cilena attraverso una norma di legge 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

Torna su
VicenzaToday è in caricamento