Sacchi su Roberto Baggio: "Fui io a ridargli autostima" ma in realtà fu mamma Matilde

Ospite a ‘Premium Sport’ come opinionista per la Champions League, Arrigo Sacchi ha svelato come fece a far tornare Baggio in sè, ma la verità è (anche) un'altra

"L’aspetto psicologico è importante, anche un talento può smarrire autostima. Ho visto un giocatore come Baggio perdere autostima, tant’è che dicevo ai nostri giocatori di farsi scartare perché in quei giorni non riusciva a scartare nessuno. Lui ha iniziato ad essere protagonista contro la Nigeria e mi aveva chiesto di essere sostituito a un quarto d’ora dalla fine…” 

Così Arrigo Sacchi, vate dei tecnici italiani, ricordando quel mondiale Usa 94, quando il divin codino, reduce da una stagione complicata a livello fisico, non riusciva a far brillare il suo cristallino talento. Opaco e nervoso, si era perfino fatto cogliere in mondo visione mentre contestava la decisione di Sacchi di sostituirlo con Marchegiani, al posto dell'espulso Pagliuca. 

In realtà, nel corso di una rarissima video intervista di alcuni anni fa, la mamma di Roberto, Matilde Rizzotto, spiega come andarono le cose: "Guardavamo le partite e vedevo che Roberto non era lui e soffrivamo. Poi, alla vigilia della partita con la Nigeria, "o dentro o fuori", mi chiamarono dalla Federazione e mi dissero di salire sul primo aereo per Boston. Ovviamente accettai e arrivai al Foxboro Stadium a partita già iniziata: iniziai ad chiamarlo come una matta... Lui mi vide". E il resto è storia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore dopo il lavoro: muore barista 46enne

  • La Putana, storia del dolce tipico vicentino

  • Papà di due bimbi muore all'età di 42 anni, dolore e rabbia sui social: "Ciao Japo"

  • Frontale tra due auto, tre feriti: gravissimo un anziano 

  • Grande fratello vip, le confessioni di Paola Di Benedetto sul fidanzato Federico Rossi

  • Centro massaggi a luci rosse: blitz della GdF

Torna su
VicenzaToday è in caricamento