Rosà, salvati in extremis da intossicazione da monossido

L'allarme lanciato dalla figlia ha fatto intervenire i vigili del fuoco prima della tragedia

Tragedia sfiorata, venerdì alle 12.30, a Borgo Tocchi a Rosà. La provvidenziale chiamata della figlia ha salvato i genitori e il fratello 21enne da un avvelenamento da monossido di carbonio.

La ragazza è rincasata per pranzo ma non ha ricevuto segni dai familiari e, allarmata, ha subito allertato i soccorsi. Tutti e tre sono stati accompagnati all'ospedale con sintomi di intossicazione. La causa è probabilmente il malfunzionamento della caldaia. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave perdita di gpl dal distributore di carburanti: pericolo esplosione

  • Rubano un'auto e si schiantano, un 14enne alla guida: denunciati due minorenni

  • Schianto in A4, grave un anziana: miracolati due bimbi di pochi mesi

  • Operaio trova l'amante nudo a letto, la moglie lo morde: denunciata per violenza domestica

  • Schianto auto-moto sotto al cavalcavia: gravissimo centauro

  • Schianto fra tre auto e un furgone: quattro feriti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento