Rosà, arrestata ladra e truffatrice seriale

I carabinieri hanno assicurato alla giustizia F.S., 34 anni, nomade e pluripregiudicata, condannata per un tentativo di furto all'ipermercato Aliper di Fontaniva: la donna, con la complicità di una minore, aveva trafugato merce per 700 euro

Nell'ambito della lotta ai reati predatori, i carabinieri di Rosà hanno arrestato una nomade di 34 anni, F.S., originaria di Cittadella ma residente nel comune del Bassanese. La donna è stata condannata a 2 mesi e 8 giorni ai domiciliari per un tentato furto all'Aliper di Fontaniva

Il 17 dicembre del 2013, la donna, in compagnia di una minore, era stata sorpresa dal personale di sicurezza mentre cercava di uscire con 700 euro di merce, dopo averla privata dei dispositivi anti-taccheggio. Sul posto erano intervenuti i carabinieri. La condannata è gravata da una lunga lista di precedenti per furto e truffa e sono in corso altri procedimenti a suo carico. 

"E’ questo un altro segno tangibile dell’attenzione dell’Arma verso i soggetti che maggiormente vanno a minare la sicurezza del cittadino, soprattutto a livello psicologico, ossia i colpevoli di furti in genere" conclude un comunicato dei carabinieri.

Potrebbe interessarti

  • Il dolce sollievo dell'estate: scopri le 4 top gelaterie di Vicenza

  • Drunken Duck, post shock: "Accuse pesanti"

  • Cerchiamo Angela

  • Guida al Tango una passione che ha travolto anche Vicenza

I più letti della settimana

  • Ragazzina cade dal balcone: è in fin di vita

  • Schianto frontale tra camion e auto sulla Postumia, muore una vicentina

  • Schianto auto-moto: centauro gravissimo

  • Giancarlo Acerbi riconfermato sindaco di Valdagno

  • Rapina finita nel sangue: l'accusa è di omicidio volontario

  • «Zonin sapeva tutto: io, rovinato negli affari e negli affetti»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento