Romano d'Ezzelino, insospettabile arrestato: in casa una serra professionale di marijuana

I carabinieri hanno scoperto una stanza segreta in cui F.I., 43 anni, aveva installato l'attrezzatura per la coltivazione della droga

Una coltivazione professionale di marijuana, composta di riscaldamento, igrometri, ventilazione e temporizzatori, oltre alle classiche lampade, nascosta da un armadio. A finire in manette è stato un 43enne di Romano d'Ezzelino, F.I., che ha patteggiato un anno e 4 mesi (pena sospesa) e 4mila euro di multa. 

I carabinieri avevano ricevuto alcune segnalazioni di uno strano via vai di noti tossicodipendenti dalla casa dell'insospettabile lavoratore. L'operazione è scattata venerdì pomeriggio e, nel corso della perquisizione, hanno ispezionato un soppalco pieno di mobili che non sembravano fissati al muro. L'intuzione era corretta tanto che, spostandone uno, i militari hanno scoperto la serra, oltre a 700 grammi di droga già pronti per lo spaccio. L'uomo è stato quindi arrestato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Il cane defeca per strada, anziano raccoglie la cacca e la spalma in faccia a un ragazzino

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto: «Pronti a misure drastiche»

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, monta la paura: Regione attiva cordone sanitario, altri 7 tamponi positivi

  • Dimentica l'auto accesa al parcheggio per un’ora e va a lavorare: arrivano i carabinieri

Torna su
VicenzaToday è in caricamento