Spray al peperoncino e pugni: denunciati "soliti noti"

Movimentato episodio ieri sera, martedì, nei pressi del Bar Roma a Schio. I responsabili sono E.F.M., marocchino 26enne, e T.E., scledense del 1998

Nella serata di ieri, martedì 26, i militari dell’Aliquota Radiomobile e della Stazione di Piovene Rocchette sono intervenuti su richiesta presso il Bar Roma a Schio perchè era stata segnalata una rissa in corso; al termine dell’intervento sono stati denunciati per resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale e lesioni personali in concorso, E.F.M., marocchino del 1993, e T.E., scledense del 1998, entrambi pregiudicati e ben noti alle forze dell'ordine.

Spray al peperoncino e pugni

I due giovani, evidentemente sotto l’influsso di sostanze alcoliche, hanno dato vita all’esterno del locale ad un’animata discussione scaturita per futili motivi, ed hanno aggredito con calci e pugni al volto un cittadino residente nei pressi del bar. 

L'uomo era intervenuto per sedare la lite tra i pregiudicati e i suoi due figli, i quali avevano tentato invano di farli allontanare perchè stavano percuotendo violentemente il cancello dell’abitazione e tentavano di scavalcarlo.

La vittima è intervenuto per difendere i figli dopo che era stata spruzzata nell’aria, da parte dei pregiudicati, una bomboletta di spray al peperoncino e, nell’intromettersi, ha ricevuto un pugno al volto. L'uomo è stato poi accompagnato al locale Pronto Soccorso dove sono state riscontrate ferite giudicate guaribili in 20 giorni.

Proprio in quel momento sono giunte le due pattuglie di carabinieri che sono riusciti ad interrompere il pestaggio e bloccare i due soggetti che continuavano a dimenarsi e ad opporsi alle operazioni di controllo, mantenendo sempre un comportamento ostile e offensivo, tanto che si rendeva necessario ammanettarli e chiuderli nelle auto di servizio per mettere in sicurezza le vittime dell’aggressione e condurli in Caserma.

Terminati gli accertamenti del caso, E.F.M. e T.E. sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura di Vicenza. E.F.M. è risultato inoltre recidivo per un comportamento simile tenuto un mese prima, nella notte tra il 24 ed il 25 gennaio, quando aggredì due persone fuori dal bar “Le Fontane”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Fa sparire 1 milione di euro in oro: denunciato operaio infedele

  • Cronaca

    Rischio allagamenti e frane: è ancora allerta arancione

  • Cronaca

    Bando anti-Bocciodromo: canone decuplicato

  • Cronaca

    Zonin per la prima volta al processo: «La verità verrà a galla»

I più letti della settimana

  • Frode fiscale da 25 milioni: dodici persone in manette

  • Auto piomba nella pasticceria, tragedia sfiorata

  • Ultraleggero precipita e si schianta contro una casa, due morti

  • Roby Baggio in tribunale contro gli animalisti

  • Maltempo: cantine e strade allagate nel Vicentino

  • Dramma della disperazione: perde il lavoro e si getta nelle vasche dei fanghi

Torna su
VicenzaToday è in caricamento