Controlli anti-prostituzione: 26 lucciole e un cliente denunciati, una patente ritirata

Servizio coordinato tra carabinieri e polizia locale a Vicenza, in viale San lazzaro e zone limitrofe con applicazione delle ordinanze del sindaco: multe da 500 euro ciascuna

Maxi controlli anti prostituzione a Vicenza da parte dei carabinieri congiuntamente a due autopattuglie della polizia locale, con la collaborazione di pattuglie della città, di Longare e di Sossano e con pattuglie in borghese. Il servizio si è svolto ieri sera in viale San lazzaro e zone limitrofe,  con l'applicazione delle ordinanze del sindaco di Vicenza emesse per contrastare la prostituzione in determinate zone della città, nelle quali ne è stato imposto il divieto. L'ORDINANZA ANTI PROSTITUZIONE

Nel corso dei controlli sono state complessivamente sanzionate 26 prostitute, con applicazione per ciascuna della prevista multa di 500 Euro. Le donne erano tutte straniere, per la quasi totalità giovani ragazze dell’est Europa. Oltra a loro è stato sanzionato anche un potenziale cliente, uno slavo 53enne residente ad Arzignano, il quale alle 21,30 in viale Verona si fermava a richiedere informazioni ad una lucciola, comportamento vietato dall’ordinanza. Una 23enne albanese è stata anche denunciata in stato di libertà perché clandestina sul territorio nazionale.

Inoltre, un 30enne residente a Vicenza che transitava nei pressi è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza: aveva in corpo il doppio dell'alcool consentito.I controlli saranno ripetuti anche nelle prossime settimane.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplode ordigno bellico: un ferito grave

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Strage di Kitzbühel, tra le vittime il portiere Florian Janny: mondo dell'hockey sotto shock

  • "Ciao Antonio", il liceo Fogazzaro piange l'amato prof. Busolo Cerin

  • Malore andando a funghi: muore a 57 anni

  • Divorziano dopo sessant'anni di matrimonio perchè lui vuole farsi prete

Torna su
VicenzaToday è in caricamento