Pedemontana, la galleria "Malo" non è sicura: tornano i sigilli

Dopo la tragedia dello scorso anno in cui ha perso la vita Sebastiano La Ganga il giudice ha firmato il sequestro

Il luogo dell'incidente

Mancherebbe il marchio Ce sui bulloni delle strutture di protezione della galleria "Malo" sulla Pedemontana, galleria che   collegherebbe Malo a Castelgomberto. Per questo la procura di Vicenza, nei giorni scorsi come riporta Il Giornale di Vicenza, ha chiesto di mettere di nuovo i sigilli al tunnel.

Il provvedimento, firmato dal giudice, è il secondo in un anno dopo la riapertura dei lavori bloccati il 19 aprile del 2016. In quel tragico giorno un masso, staccatosi dal soffitto della galleria, ha schiacciato il mezzo escavatore guidato da Sebastiano La Ganga provocando la morte dell'operaio 54enne.

Per quell'episodio sono finiti nella lista degli indagati 12 persone, tra tecnici, geologi e due aziende che stanno effettuando i lavori sul posto. Il timore che l'incidente possa ripetersi è alla base delle motivazioni del sequestro firmato dal giudice.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore dopo il lavoro: muore barista 46enne

  • La Putana, storia del dolce tipico vicentino

  • Il grande freddo,13 gennaio 1985 iniziò la nevicata del secolo

  • Schianto tra auto e furgoncino all'ora di pranzo: conducente incastrato tra le lamiere

  • Frontale tra due auto, tre feriti: gravissimo un anziano 

  • L'influenza è arrivata, tantissimi casi nel vicentino. Come prevenirla

Torna su
VicenzaToday è in caricamento