Pedemontana, arrestato il direttore dei lavori Stefano Perotti

E' il terzo uomo chiave nella realizzazione della grande opera che finisce nei guai con la giustizia. Cappelletti del M5S: "Un'opera che si scopre giorno dopo giorno essere stata messa, evidentemente, nelle mani delle persone sbagliate"

Un cantiere della Pedemontana (immagine di archivio)

Un altro arresto eccellente tra gli uomini chiave della Pedemontana veneta. Nella rete dell’inchiesta della magistratura fiorentina per le tangenti degli appalti di TAV ed EXPO, che ha portato a 4 arrestati e 51 indagati in totale, è finito Stefano Perotti, l'ingegnere che risulta essere il direttore dei lavori dei cantieri della Superstrada Pedemontana Veneta.

Prima erano finiti nei guai con la giustizia il responsabile unico del procedimento della SPV, Giuseppe Fasiol, arrestato e poi rilasciato nell’ambito dello scandalo del Mose, e l’amministratore delegato di Veneto Strade e Commissario straordinario della SPV, Silvano Vernizzi, indagato per il reato di turbativa d’asta con altri cinque dirigenti della Regione Veneto in relazione all’affidamento alla società Adria Infrastrutture dell’incarico per la realizzazione della Via del Mare in project financing (una superstrada a pedaggio tra Meolo e Jesolo). Come riferiscono i magistrati fiorentini Perotti in veste di direttore dei lavori si garantiva un guadagno imponente che andava dall’1 al 3 % dell’opera diretta.

"Insomma un'altra, ennesima tegola che cade in testa a Zaia e sul progetto SPV - dichiara Enrico Cappelletti, senatore del M5S - un'opera che si scopre giorno dopo giorno essere stata messa, evidentemente, nelle mani delle persone sbagliate. Su tutto questo Zaia tace - aggiunge Cappelletti - anzi, invece di prodigarsi nel fare trasparenza attorno a quest'opera, continua a non muovere un dito, mantenendo la segretazione del Piano economico e finanziario che stabilisce i criteri e termini del suo ripagamento. Cos'altro deve succedere perché ci sia la revoca del Commissario Straordinario, la messa in sicurezza dell'opera, e la pubblicazione di tutti i contratti e di tutti i costi cui saranno costretti i cittadini Veneti per ripagarla negli anni a venire?"

 

Potrebbe interessarti

  • Scutigera: quante ne avete in casa? Sono da non uccidere!

  • Cerchi di rimanere incinta? Il primo passo è l'alimentazione

  • La sabbia è difficile da eliminare: ecco tutti i trucchi per liberarsene

  • Sembra banale ma lavarsi le mani è fondamentale: ecco come farlo

I più letti della settimana

  • Scutigera: quante ne avete in casa? Sono da non uccidere!

  • Aereo si schianta sugli alberi:due feriti gravi

  • Schianto auto-moto: muore 43enne, grave la fidanzata

  • Giovane tenta il suicidio dandosi fuoco nell'auto: il gesto estremo di una 26enne

  • Furia violenta alla vista della ex: auto contro l'entrata del pub

  • Cade da un albero e batte la testa: 44enne in rianimazione

Torna su
VicenzaToday è in caricamento