Passeggia tra i binari, treni sulla Treviso-Vicenza costretti a rallentare

Il giovane, un 20enne siriano che lunedì era stato espulso dal Prefetto di Udine, è stato denunciato e multato dalla polizia ferroviaria

Nella mattina di ieri, martedì, poco dopo le 12, un automobilista ha segnalato alla polizia ferroviaria di Treviso che sulla linea ferroviaria Treviso-Vicenza, c’era una persona che camminava lungo la linea ferroviaria. Gli agenti hanno subito allertato immediatamente (il D.C.O.) Dirigente Centrale Operativo che coordina le linee delle ferrovie che ha ordinato ai macchinisti dei convogli in transito, su quella tratta, l’andatura “a vista” ovvero a 30 km/h.

Gli agenti della polfer, sulla base delle descrizioni fornite dall’utente e dopo aver contattato il macchinista del treno in transito sulla tratta interessata sono riusciti ad individuare il passeggiatore nei pressi del Comune di Quinto di Treviso. Il giovane extracomunitario, un siriano di 20 anni, è stato accompagnato negli uffici della polfer per la sua completa identificazione: è stato accertato che nei suoi confronti era stato emesso il giorno precedente dal Prefetto di Udine e dal Questore dell’omonima città il decreto di espulsione e l’intimazione a lasciare il territorio italiano. 

A suo carico è stato emesso un verbale di contravvenzione per l’invasione dei binari e, dopo aver verificato che i treni in transito non avevano subito ritardi significativi, denunciato in stato di liberta poiché la sua condotta aveva generato allarme. Lo straniero è stato quindi rilasciato.

Il 20enne si è reso protagonista di una nuova scorribanda alle 13.20, sempre sulla linea ferroviaria Treviso Vicenza. Una volta intervenuto in prossimità della km.54+406 gli agenti della polfer hanno sorpreso il giovane che nonostante le varie segnalazioni del macchinista del convoglio, con l’apposito fischio del locomotore, continuava tranquillamente a camminare a ridosso dei binari.

Il giovane è stato portato fuori dai binari a accompagnato successivamente negli uffici della polfer. Qui è stato accertato che si trattava della stessa persona segnalata qualche ora prima. Lo straniero, dopo aver verificato che i treni avevano avuto un ritardo di una mezz'ora, è stato denunciato per il reato di interruzione di pubblico servizio e procurato allarme oltre una nuova multa per l’invasione dei binari. E’ al vaglio dell’Ufficio Immigrazione i provvedimenti da adottare a carico dello straniero.

Da: Trevisotoday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Perde il controllo dell'auto e finisce contro un camion in sosta: 18enne muore sul colpo

  • San Valentino: i luoghi più romantici del Vicentino

  • Stop alle corse sulla strada del Costo: arrivano autovelox e targa system

  • Bollo auto, le novità del 2020: a chi spettano gli sconti

  • Operaio 34enne trovato morto in fabbrica

Torna su
VicenzaToday è in caricamento