Torri di Quartesolo, con la pistola contro il capo: "Voglio il mio stipendio"

L'episodio è avvenuto ieri poco dopo pranzo alla Energica spurghi: protagonista un dipendente di 47 anni e il titolare Luca Frigo. Il dipendente, pare ubriaco, voleva subito i soldi della liquidazione

Complice l'abuso di alcool in pausa pranzo, un operaio ha minacciato il proprio titolare con la pistola per avere immediatamente la liquidazione. Il movimentato episodio è accaduto ieri alla Energica spurghi di Torri di Quartesolo e solo all'arrivo dei carabinieri è risultato evidente che si trattava dello sfogo di un uomo con qualche problema, innocuo perchè la pistola era finta e non era neanche stato rimosso il tappino rosso.

Il tutto ha inizio nella mattinata, quando il dipendente ha un litigio con il titolare Luca Frigo. Dopo aver pranzato, o meglio dire bevuto, l'uomo torna in azienda e dichiara di volersi licenziare e di volere subito la liquidazione. Per rafforzare la sua richiesta, mostra la pistola che tiene con se. Frigo agguanta l'arma e fugge al bar vicino Cedro Fiorito per chiamare i carabinieri. Il dipendente lo segue ma viene allontanato dal barista, che capisce subito l'ubriachezza dell'uomo.

A quel punto arrivano i carabinieri, che riportano la calma, sequestrando l' "arma" e denunciando il dipendente per "esercizio arbitrario delle proprie ragioni".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

Torna su
VicenzaToday è in caricamento