Nasce la "banca del latte umano donato" a Vicenza

Il progetto è frutto della collaborazione tra Centrale del Latte di Vicenza, Fondazione San Bortolo Onlus, Ulss 6 e l ’Unità Operativa di Terapia Intensiva Neonatale di Vicenza

Il primo progetto in Veneto per donare latte materno a sostegno dei bambini nati prematuri, che nasce dalla collaborazione tra più soggetti per la raccolta, il trattamento e la conservazione del latte.

E’ stata presentata lunedì 16 novembre, la “Banca del Latte Umano Donato di Vicenza” (BLUD), un’iniziativa che vede coinvolte la Centrale del Latte di Vicenza, la Fondazione San Bortolo Onlus, l’Ulss 6, l’Unità Operativa di Terapia Intensiva Neonatale di Vicenza e la Croce Bianca di Vicenza. L’iter per la donazione prevede un’accurata gestione sanitaria e una stretta cooperazione tra i soggetti per garantire sicurezza, idoneità e conservazione del latte materno. Questo arriva da un gruppo selezionato di mamme donatrici, sulle quali l’Unità Operativa di Terapia Intensiva Neonatale esegue accurate indagini sierologiche, così come scrupolosi controlli microbiologici sul latte. Le donatrici vengono istruite e dotate del materiale necessario al prelievo del latte (tiralatte e biberon), il quale viene ritirato presso il domicilio della mamma da personale formato dalla Croce Bianca di Vicenza, e poi consegnato al laboratorio dedicato presso la Centrale del Latte di Vicenza. Qui il latte viene pastorizzato e congelato nel laboratorio BLUD specializzato, dotato di attrezzature moderne e specifiche per questo tipo di trattamento. Sarà poi riconsegnato al personale della Croce Bianca di Vicenza per essere portato presso il Lactarium della Patologia Neonatale, che provvederà a distribuirlo ai piccoli pazienti della Terapia Intensiva Neonatale.

Per registrare e tracciare ogni singolo bottiglino di latte nelle varie fasi è stato realizzato appositamente per la Banca del latte di Vicenza un moderno programma di gestione dei dati, che tiene in collegamento diretto e costante il laboratorio della Centrale del Latte e il Reparto Neonatale dell’Ospedale di Vicenza. Nei bambini nati prematuri la somministrazione di latte umano aumenta la possibilità di sopravvivenza e ne favorisce l’accrescimento e lo sviluppo. Fornisce infatti tutte le sostanze nutritive di cui hanno bisogno, garantendo valori nutrizionali e immunologici insuperati. Il latte umano donato, inoltre, rappresenta una protezione contro le infezioni e contro l’enterocolite necrotizzante, una malattia che può essere anche mortale per il bambino nato prematuro.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Vicenza, auto investe un pedone: grave 20enne

  • Incidenti stradali

    Vicenza, Audi abbatte palo della luce: grave un 50enne

  • Economia

    Processo Bpvi, 5000 parti civili ammesse: obbiettivo i beni ceduti a mogli e figli

  • Cronaca

    Villaverla, barbecue "esplosivo": la bombola del gas va a fuoco

I più letti della settimana

  • Fallimento Vicenza, iniziata la caccia agli sponsor per un milione e mezzo

  • Teramo-Vicenza: 1-2, De Giorgio aggiusta su rigore e eurogol di Giacomelli

  • Fallimenti in Lega Pro, Gravina: "Modena, Vicenza e ce ne saranno altri..."

  • Fallimento Vicenza, il giorno del processo

  • Fallimento Vicenza Calcio, nominato amministratore pro-tempore

  • Teramo-Vicenza, De Bortoli ancora a Isola: "Tira aria nuova"

Torna su
VicenzaToday è in caricamento