Colto da malore sul Grappa, morto dopo un giorno di agonia

Non ce l'ha fatta Simone Didonè, l'imprenditore 45enne, soccorso sulla ferrata "Guzzella"

Simone Didonè, in una foto sulla sua pagina FB

Dopo un giorno di agonia, è morto l'escursionista colto da malore sabato sul Monte Grappa. Simone Didonè, 45 anni, era originario di Galliera Veneta, ma viveva e lavorarava da anni a Cassola. 

Il dramma

L'uomo era stato colto da malore, sabato mattina, alle 11.20 circa, mentre con altre persone percorreva la Ferrata Guzzella 

Poiché l'elicottero di Treviso emergenza era impegnato in un'altra missione, era intervenuta l'eliambulanza del Suem di Pieve di Cadore che, individuato a circa 1.100 metri di quota il punto in cui si trovava, ha sbarcato con un verricello il personale medico e il tecnico del Soccorso alpino dell'equipaggio.

Prestate le prime cure urgenti, l'escursionista era stato poi recuperato e spostato in un luogo adeguato dove proseguire con le manovre di rianimazione mediante l'apposita strumentazione. Simone Didonè era stato quindi trasportato in gravi condizioni all'ospedale Ca' Foncello di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, caso sospetto nel Vicentino: potrebbe essere il "paziente zero"

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, tre casi lievi in provincia

  • COVID-19, tutti negativi i tamponi nel Vicentino: 32 i contagiati in Veneto. Sesto morto in Italia

  • Coronavirus, monta la paura: Regione attiva cordone sanitario, altri 7 tamponi positivi

  • Coronavirus, allerta in provincia: scuole chiuse e manifestazioni annullate

Torna su
VicenzaToday è in caricamento