Eva Valerio, la salma rientra in Italia per l'ultimo saluto: ancora dubbi sulla morte

L'esame autoptico sul corpo della giovane non lascerebbe spazio a dubbi: la giovane sarebbe morta per annegamento. Il funerale dovrebbe svolgersi la prossima settimana

E' atteso per giovedì il rientro in Italia della salma di Eva Valerio, la trentenne di Montecchio Precalcino trovata morta su una spiaggia Boutalha a nord di Dakhla, in Marocco, lo scorso 5 gennaio. Secondo voci vicine alla famiglia il funerale dovrebbe essere celebrato i primi giorni della prossima settimana, nella chiesa della frazione di Levà.

I genitori erano volati in Marocco venerdì scorso e son rientrati lunedì in tarda serata. Hanno riportatao a casa gli effetti personali della ragazza che gli sono stati consegnati, dall'amico (o forse fidanzato) della ragazza, l'ultimo a vederla viva, lo stesso che ha dato l'allarme ed è stato interrogato a lungo dalle autorità marocchine.

Finchè papà e mamma Valerio si trovavano in Marocco, è stata svolta l'autopsia sul corpo della giovane che non lascerebbe spazio a dubbi: la giovane sarebbe morta per annegamento. Sul suo corpo non sarebbero stati riscontrati segni di violenza. Eppure rimane un buco di 36 ore, da quando la ragazza si è allontanata dal camper con il cane (a seguito di un divrbio) al ritrovamento del corpo, in cui non si sa cosa abbia fatto Eva.

Eva Valerio era molto conosciuta a Vicenza. Per molti anni aveva lavorato come barista al "Sartea", locale storico della città ora trasformato in pizzeria. Sempre da fonti vicine alla famiglia si apprende che la ragazza sarebbe dovuta ritornare in Italia sabato 11 gennaio, dopo il periodo di vacanza in Marocco. Nei suoi programmi ci sarebbe stata l'intenzione di lasciare l'appartamento di Vicenza, dove viveva, per trasferirsi a Montecchio Precalcino, dove vivono i genitori. Prima di partire per quella tragica vacanza, aveva frequentato il Magreb già da diversi mesi e aveva fatto una stagione lavorativa in un chalet sulle alpi francesi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Il cane defeca per strada, anziano raccoglie la cacca e la spalma in faccia a un ragazzino

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto: «Pronti a misure drastiche»

  • Coronavirus, monta la paura: Regione attiva cordone sanitario, altri 7 tamponi positivi

  • Coronavirus, allerta in provincia: scuole chiuse e manifestazioni annullate

Torna su
VicenzaToday è in caricamento