Morte Alex Di Stefano, esami da rifare per l'investitore

Era stato trovato positivo all'alcol ed alla droga, Mirko Vendramin, 27 anni di Carmignano, dopo aver investito mortalmente Alex Di Stefano, appena 24 anni, perchè si era immesso in tangenziale contromano. Condannato, è ricorso in appello per una presunta irregolarità negli esami del sangue

Alex Di Stefano e la madre Carla

Non c'è fine allo strazio della famiglia Di Stefano. Dopo i due lutti patiti in 24 ore, la morte di Alex lungo la tangenziale, quel maledetto due giugno 2011, ed il conseguente gesto estremo della madre, dopo la delusione per la condanna dell'investitore, Mirko Vendramin, a meno di 4 anni di carcere, dovranno affrontare un altro processo. 

Il Giornale di Vicenza riferisce che la difesa dell'elettricista di Carmignano, all'epoca 23enne, ha fatto ricorso in appello per la riduzione della condanna, adducendo come motivazione che gli esami del sangue non erano stati eseguiti in modo corretto, cioè sul plasma anziché sul sangue, aumentando così il margine di errore. Il ragazzo è già stato assolto per guida sotto l'effetto di stupefacenti, perchè non è stato possibile dimostrare che guidasse sotto l'effetto di droga. Il procuratore generale avrebbe chiesto la conferma della condanna e la revoca della patente a vita. Il procedimento partrà a gennaio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, colpiti padre e figlia: entrambi perdono la vita

  • Coronavirus, non si fermano i contagi e i decessi in Veneto

  • Coronavirus, 34 morti in 24 ore ma diminuiscono i ricoveri

  • Covid-19: oltre 5mila casi e 186 decessi in Veneto, 652 positivi nel Vicentino

  • Frontale tra due auto: grave un 65enne

  • Giocano a pallone in strada: denunciati i genitori di 10 ragazzini per violazione al Dpcm

Torna su
VicenzaToday è in caricamento